Cronaca

Lucca, donne aggredite senza motivo: identificato lo “schiaffeggiatore” nigeriano

di Redazione

Un 37enne nigeriano, residente a Prato, è stato arrestato in quanto ritenuto il responsabile dell’aggressione, apparentemente senza motivo, nei confronti di due donne, avvenute l’11 e il 16 aprile scorso a Lucca.

A individuare l’uomo, regolare sul territorio nazionale, è stata la squadra mobile della polizia, diretta da Silvia Cascino, insieme alle volanti coordinate da Fabio Scalisi. A mettere gli investigatori sulla pista giusta la testimonianza di un giovane straniero che aveva assistito alla prima aggressione, nel quartiere San Concordio, fornendo una descrizione dell’uomo. A corroborare la sua versione, le immagini di alcune telecamere. Durante quell’aggressione lo straniero schiaffeggiò una donna, fratturandole uno zigomo. Poi, lunedì scorso, un’altra donna aggredita a Sant’Anna.

Nella giornata di mercoledì 18 aprile l’uomo è stato fermato alla stazione di Lucca. Identificato, è stato riconosciuto sia dalle due vittime che dal testimone. Tutto da chiarire il movente del gesto. Per l’uomo non si configura nemmeno l’attenuante di una patologia psichiatrica, poiché è stato sottoposto a perizia, ma secondo gli esperti non vi sarebbero gli estremi per poter invocare una tale possibilità. In entrambi i casi l’uomo sarebbe arrivato da Prato in autobus per poi colpire, senza motivo, le due donne. E’ accusato di lesioni aggravate ed è stato colpito dal foglio di via obbligatorio per tre anni dal territorio di Lucca.

IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico