Cronaca

Sessa Aurunca, spaccio di droga: arrestato nipote del boss Di Lorenzo

di Redazione

Aveva ben occultato, nell’armadio della propria camera da letto, circa 100 grammi di hashish pronta per essere spacciata. È stato questo lo scenario in cui si sono imbattuti nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti del commissariato di polizia di Sessa Aurunca e che ha consentito ai poliziotti di trarre in arresto, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, Giuseppe Di Lorenzo, 29 anni, del posto.

Il giovane, già attenzionato dagli agenti per i suoi trascorsi criminali nell’ambito dello spaccio di stupefacenti e per la sua parentela con il boss Gaetano Di Lorenzo (attualmente detenuto), di cui è il nipote, negli ultimi tempi aveva accresciuto il proprio spessore criminale, ricoprendo nell’ambito dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti un ruolo di spicco.

L’attività investigativa messa in atto dalla polizia prima dell’arresto, infatti, aveva evidenziato come il giovane, privo di qualsiasi occupazione lavorativa, era solito condurre una vita agiata, sicuramente non in linea con la propria condizione di disoccupato in apparente costante ricerca di una occupazione.

La sua condizione di libero pregiudicato (risale al 2013 il suo ultimo arresto  operato sempre dagli uomini del Commissariato perché trovato in possesso di più di 2 chili di stupefacente), è terminata ieri, quando a seguito di una perquisizione domiciliare intervenuta a suggello di  un’attività investigativa durata qualche settimana, si è deciso di intervenire per interrompere un’attività, che al di là del riscontro trovato in relazione alla esigua quantità di stupefacente rinvenuto, stava assumendo i contorni di una pericolosa azione criminale tesa a monopolizzare in loco l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, dopo l’arresto, è stato associato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico