SocietàCultura

Shoah, “Storie di giocattoli” a Napoli

di Redazione

Napoli – Era il 27 gennaio 1945 quando la 60esima Armata del Primo Fronte Ucraino, facente parte dell’esercito sovietico scoprì il campo di concentramento di Auschwitz, liberandone i prigionieri.
Dal 1 novembre 2005 le Nazioni Unite hanno proclamato la data giornata della memoria per le vittime della Shoah, lo sterminio programmato dal nazismo della popolazione ebraica.

Tra le tante iniziative intraprese nel Comune di Napoli particolare è quella all’interno del Complesso Monumentale di San Domenico, dove è in corso la mostra ‘Storie di Giocattoli’, dedicata alla memoria di Ernest, giovane bambino di etnia romani ucciso dagli esperimenti medici nazisti.

Per l’occasione, dinanzi a numerose scolaresche e ai vertici istituzionali cittadini, è stato presentato, all’interno della sala, il film di Francesco Patierno, “Napoli ’44”. Circa l’assonanza tra la giornata e la mostra è intervenuto il curatore Vincenzo Capuano.

 

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico