Cronaca

Traffico di droga e armi da guerra, 25 arresti in Puglia

di Redazione

Foggia – Traffico internazionale di droga e armi da guerra: con queste accuse i carabinieri di Bari hanno eseguito 20 arresti nei confronti di presunti capi e gregari di tre distinti gruppi criminali, tra loro collegati, radicati nelle province di Barletta-Andria-Trani e Foggia.

L’inchiesta, chiusa a fine 2015 e coordinata dal pm della Dda barese Giuseppe Maralfa, ha documentato l’importazione di ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania e di cocaina da Roma, Milano e Palermo.

Nel corso dell’indagine erano già stati arrestati altri 15 trafficanti, sequestrati 15 chili di cocaina e oltre una tonnellata di marijuana e rinvenuto nell’ottobre 2014 nel quartiere Madonnella di Bari un arsenale con 70 armi tra cui kalashnikov, mitragliatrici, fucili, pistole, silenziatori e oltre 3.500 munizioni.

L’inchiesta è il risultato di quattro indagini dei pm antimafia di Bari Carmelo Rizzo, Giuseppe Maralfa, Lidia Giorgio e Giuseppe Gatti, coordinate dal procuratore aggiunto Pasquale Drago.

Il lavoro di squadra ha consentito di sgominare tre organizzazioni di narcotrafficanti, due pugliesi con base a Cerignola (Foggia) e a Trani, e una albanese.

“È la prima volta che emerge una trasversalità così evidente – ha commentato il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe – tra gruppi criminali di diverse aree geografiche, frutto anche questo della globalizzazione. Le mafie sanno fare rete in nome del profitto”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico