Cronaca

Napoli, “stesa” di camorra in centro: proiettile nel soffitto di una casa

di Redazione

Una “stesa” – raid armato di giovani camorristi a bordo di scooter – nel pieno centro di Napoli, in via Sergente Maggiore, a pochi passi da via Toledo.

Colpi di pistola sono stati esplosi in aria nella notte. E uno di questi si è conficcato nel soffitto dell’abitazione del figlio di Giuseppe Salvia, il vicedirettore del carcere di Poggioreale ucciso dalla camorra negli anni Ottanta.

I carabinieri hanno ritrovato, nella strada che si trova a pochi passi da piazza Plebiscito, otto bossoli di calibro 9.

Alcune persone hanno udito gli spari; probabilmente sono stati due sicari a bordo di uno scooter ad esplodere i colpi.

Commenti chiusi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico