Cronaca

Migranti, 500 euro per giungere nel Nord Europa

di Emma Zampella

Trasferivano migranti nel nord Europa viaggiando in macchina: arrestate 21 persone. La loro base d’appoggio era la stazione di Milano dove venivano reclutati gli autisti che avrebbero poi trasferito i migranti verso Francia, Belgio e Svezia.

Ogni adulto trasportato doveva pagare 500 euro, mentre la quota per i bambini era di 250. Finora, sono state accertate 30 partenze gestite e portate a termine dall’organizzazione, per un totale di 150 persone fatte passare oltre frontiera.

I migranti, che venivano definiti “agnelli” nelle intercettazioni, seguivano la cosiddetta “rotta balcanica”: un lungo percorso che va dalla Turchia al centro dell’Europa e viene impiegato dai trafficanti di persone come alternativa al viaggio per mare.

A condurre le indagini è stata la Polizia di Stato coordinata dalla Procura di Como, in collaborazione con forse di sicurezza di Francia, Belgio e Svezia. Il gruppo criminale operava tra Erba, Ponte Lambro e Cantù, impegando la stazione centrale di Milano come base d’appoggio per reclutare gli autisti. Il lavoro del pool investigativo, di cui fa parte anche Renato Cortese, l’uomo che aveva guidato le ricerche del super latitante Bernardo Provenzano, ha portato a 21 arresti.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico