Home

Raffaele Sollecito crea una start – up per i defunti

Non poteva scegliere cornice migliore Raffaele Sollecito che, da ingegnere, presenta nella città del Festival della musica italiana la prima start-up per i defunti.

31 anni e un processo che l’ha visto prima accusato ed imputato, assieme all’ex fidanzata Amanda Knox  della morte di una giovane studentessa americana,  Meredith Kercher, ora pare che l’ingegnere è pronto a riprendersi la sua vita. Quindi, dopo aver conseguito una laurea dalla porte del carcere, Raffaele Sollecito lancia la prima il suo social utile per la commemorazione dei defunti: uno strumento utile con la possibilità di caricare foto e video, ma anche uno strumento di e-commerce, per posare mazzi di fiori sulla lapide del proprio caro, che magari riposa a centinaia o migliaia di chilometri di distanza.

Una presentazione che diventa mediatica in quanto segue la conferenza stampa che da l’avvio al Festival di Sanremo, Sollecito spiega: “E’ un portale che nasce come ibrido tra social network ed e-commerce che abbiamo chiamato ‘Memories’. Un profile-commerce, così come abbiamo deciso di classificarlo, con il quale una persona, dopo essersi registrata, potrà creare il profilo del proprio caro, commemorandolo con foto e filmati”. Questo è il lato social, ma ce n’è uno anche commerciale: “L’utente – prosegue Sollecito – potrà anche acquistare prodotti locali come fiori, corone o altri prodotti, che saranno posati sulla lapide del proprio caro”.

Con il meccanismo ideato da Sollecito si potrà chiedere di far pulire la lapide, o di portare un mazzo di fiori sulla tomba del proprio caro nel giorno del suo compleanno. In entrambi i casi, s’intende, una fotografia “in alta risoluzione” testimonierà l’operazione eseguita e quella stessa immagine potrà essere condivisa online. Ma non basta. Una mappa mostrerà dove è sepolto esattamente il caro estinto. Un progetto quello messo a punto da Sollecito che ha visto la luce grazie al finanziamento  di 66 mila euro della Regione Puglia. Cliccando sul portaleBeOnMemories.com per adesso compare la scritta “work in progress, stiamo lavorando per voi”. “Saremo pronti e operativi in primavera. Sono molto contento”, racconta lui mentre cambia il treno per arrivare a Sanremo. La squadra è già formata: uno stagista, un segretario e un altro ragazzo che è impegnato part-time.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico