Aversa

Strisce blu, il Comune prepara il ritorno della sosta a pagamento

Aversa – Ritornano a nuova vita le strisce blu che in questi ultimi tre anni erano praticamente inesistenti in città, dopo che nel luglio del 2012 vi era stata la revoca da parte dell’amministrazione guidata dal compianto sindaco Giuseppe Sagliocco all’Associazione Temporanea di Imprese Consorzio “Urbania Vivere la Città! Icaro Consorzio Cooperative Sociali” che lo gestivano dal 2009.

Dopo alterne vicende, fino ad alcune gare che hanno visto non pervenire alcuna offerta, il commissario straordinario Mario Rosario Ruffo e il dirigente del settore, il comandante della Polizia municipale Stefano Guarino hanno deciso di metterci mano dando vita anche ad una piccola rivoluzione, tenendo conto anche di alcune necessità sopravvenute come l’apertura, oramai da oltre due anni, del tribunale di Napoli Nord.

La sosta nelle strisce blu rimane a pagamento dal lunedì al sabato, esclusi i festivi infrasettimanali in tutte le aree della Città. In alcune zone particolari quali l’area del Mercato settimanale e quella di pertinenza del Tribunale di Napoli Nord (parcheggio Azolino e Piazza Montebello), la sosta sarà a pagamento solo nell’orario antimeridiano.

Ulteriore correzione è l’eliminazione della sosta regolamentata nel tratto di Via Roma compreso dall’Arco di Porta Napoli a Via Cavour che, a seguito del restringimento della carreggiata operato con i recenti lavori, si presenta poco adatto alla sosta anche a tempo.

Previsto il mantenimento di adeguate agevolazioni per cittadini residenti privi di area di sosta privata, con la possibilità di individuare abbonamenti a tariffe agevolate (da 25 a  30 euro a seconda della zona.

Rimane anche la previsione, nell’ambito del dispositivo, di idonei spazi da destinare alla sosta riservata a veicoli al servizio di soggetti a limitata o impedita capacità motoria, in ragione di uno stallo ogni cinquanta o frazione.

Saranno, inoltre, previsti, secondo criteri di opportunità ed in relazione ad una adeguata proporzione rispetto alle esigenze delle categorie commerciali, un adeguato numero di stalli per il carico/scarico di merci.

Ribadita, poi, per pendolari e per quanti altri sono soggetti a lunghe soste, l’individuazione di idonee aree al servizio della sosta medio-lunga in regime di convenzione/abbonamento in aree poste in prossimità di uffici/servizi pubblici o snodi di scambio intermodale (Parco Pozzi, piazza Ruberti e Zona Cimitero).

In occasione della prossima gara per l’affidamento del servizio, infine, ci sarà la scissione della procedura di gestione della sosta regolamentata con dispositivo di controllo a pagamento, rispetto a quella della rimozione coatta e del bloccaruote, al fine di rendere più snella ed efficace la procedura di gara per la selezione del gestore.

Allo stato, ma praticamente solo sulla carta, è in essere la gestione diretta della sosta regolamentata con l’affidamento del servizio complementare di assistenti della sosta che, però, non possono elevare contravvenzioni quando riscontrano la mancanza del ticket di parcheggio a pagamento.

In città, inoltre, ritorneranno le colonnine dei parcometri che erano state rimosse con la revoca del contratto nell’estate del 2012. Un accorgimento che consentirà agli aversani e a quanti altri parcheggeranno nelle strisce blu di pagare per il tempo strettamente necessario e non per l’intera ora o frazione.

Per quanto riguarda i costi, rimarrà immutato il costo orario di un euro in tutte le zone ad esclusione di: piazza Antonio Ruberti, parcheggio Parco Pozzi, zona cimitero; area mercato di via de Nicola dove si pagheranno 0,50 euro all’ora o un euro per fasce orario che vanno dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20, ad eccezione del mercato dove si pagherà solo di mattina e solo nel giorno del sabato (anche se festivo) tenuto conto che l’area è al servizio della fiera settimanale che si svolge, appunto, il sabato.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico