Pozzuoli - Monte di Procida

Licola, arrestato affiliato a clan: in auto con due pistole e munizioni

Gli uomini della Polizia di Caserta hanno arrestato, nella mattinata di sabato, a Licola, Luigi Bitonto, 36 anni, napoletano, trovato con due pistole nascoste all’interno della sua automobile, entrambe con colpo in canna.

L’uomo, arrestato dagli uomini della squadra mobile di Caserta per i reati di detenzione illegale di armi, detenzione illegale di munizionamento e ricettazione, ha precedenti per 416 bis, reati contro il patrimonio e in materia di armi ed è sottoposto al regime della libertà vigilata.

Ritenuto esponente in passato del clan D’Ausilio, operante nei territori di Pozzuoli, Licola e Bagnoli, Bitonto risulta successivamente transitato nel clan facente capo al pregiudicato Alessandro Giannella.

Le armi, rinvenute nel corso della perquisizione dagli uomini della Polizia di Stato, sono una pistola Smith&Wesson calibro 38 e una Beretta calibro 7,65, entrambe con colpo in canna, la prima rifornita con altri cinque colpi, la seconda con sei. Inoltre, all’interno dell’auto sono stati rinvenuti altre cinque cartucce calibro 38.

Le pistole e il munizionamento sono state trovate occultate una all’interno di un sistema ricavato sotto il cambio, l’altra all’interno di un vano posto sotto lo sterzo. Al termine degli atti di rito l’arrestato è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico