Cronaca

Alife, sequestrata discarica di eternit

di Redazione

Alife – La Tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese, nell’ambito dei peculiari compiti istituzionali di polizia economico-finanziaria, ha intensificato i controlli nell’area dell’Alto Casertano per contrastare la diffusione dei fenomeni illeciti a tutela della legalità.

L’attività svolta ha consentito di constatare violazioni di vario genere nei diversi comparti operativi e, in particolare, nel settore della tutela dell’ambiente, del gioco clandestino e della contraffazione.

In tale contesto, le Fiamme Gialle hanno individuato, nel territorio del Comune di Alife, un’area di circa 800 metri quadrati sulla quale erano stati sversati rifiuti speciali pericolosi, abilmente occultati nella vegetazione.

A seguito di un’attenta ricognizione della zona, svolta anche con l’ausilio di personale dell’ufficio tecnico comunale, è stata accertata la presenza sul terreno di oltre 40 quintali di materiale consistente in lastre di eternit, laterizi ed altri prodotti di risulta.

Al fine di salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini dalla pericolosità costituita soprattutto dalla presenza del notevole quantitativo di lastre di amianto presenti sul terreno, l’intera area è stata sottoposta a sequestro preventivo e i proprietari della stessa, identificati in due soggetti di Alife di 64 e 45 anni, sono stati deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato di illecita attività di gestione dei rifiuti.

Nel corso di una ulteriore operazione di servizio finalizzata al contrasto del gioco d’azzardo e delle scommesse clandestine, sempre i Finanzieri della Tenenza di Piedimonte Matese hanno sottoposto a sequestro un apparecchio da intrattenimento illegale del tipo “led rotante”, installato in un bar-pasticceria di Castel Campagnano in maniera abusiva e, dunque, sprovvisto dei necessari titoli autorizzatori. Per tale motivo, il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato alle competenti Autorità per violazione delle norme contenute nel Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Nell’ambito dello stesso piano d’azione, le Fiamme Gialle matesine hanno inoltre rinvenuto e sottoposto a sequestro oltre 50 confezioni di profumi e deodoranti riportanti i noti marchi di alta moda contraffatti, quali “Dolce & Gabbana”, “Hypnotic”, “Giorgio Armani”, “Ugo Boss”, “Fahrenheit”. In questo caso, il responsabile è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per il reato di contraffazione.

Le attività svolte si inquadrano nel più ampio contesto della sistematica azione di controllo economico-finanziario del territorio posto in essere dalla Guardia di Finanza di Caserta su tutto il territorio della Provincia, confermando, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela della legalità, dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico