Sport

Brasile 2014, Olanda umilia Spagna, vincenti Messico e Cile

di Redazione

 Clamoroso a Salvador de Bahia. Nella prima giornata del gruppo B di Brasile 2014, la Spagna campione di tutto è stata umiliata dall’Olanda di Van Gaal.

In vantaggio con un rigore di Xabi Alonso al 27′, la Spagna è stata surclassata dalle giocate “oranje” fino all’1-5 finale. Protagonisti assoluti Van Persie e Robben, autori di una doppietta a testa. Di De Vrij l’altra rete per l’Olanda.

Disastrosi, invece, Piqué e Casillas.Attenzione all’Olandadunque. Accreditata da molti come vittima sacrificale del girone, ha dato un forte segnale di potenza. Al contrario la Spagna ora se la dovrà vedere col Cile per evitare una clamorosa eliminazione al primo turno. Anche se questo risultato, forse, segnerà la fine del Tiki Taka.

Il Messico si dimostra più forte degli errori arbitrali (due gol di Giovani Dos Santos annullati ingiustamente), batte 1-0 il Camerun con una rete nella ripresa di Peralta e raggiunge il Brasile in testa al Girone A. La gara, giocata a Natal sotto una pioggia incessante, vede un netto predominio della squadra centroamericana. Il Messico centra così la prima vittoria contro una squadra africana nella storia dei Mondiali.

Contro l’Australia, il Cile soffre più del dovuto ma alla fine porta a casa i primi 3 punti appaiando l’Olanda al comando del Gruppo B. Vidal (in campo dal primo minuto) e compagni vincono 3-1 grazie alle reti di Sanchez e Valdivia nel primo tempo e Beausejour nel finale. I Socceroos mettono in difficoltà i giocatori di Sampaoli accorciando le distanze sul 2-1 con Cahill e sfiorando addirittura il pari in un paio di occasioni.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico