Gricignano

Gricignano, “La sedia vuota”: Sardo presenta le storie di vittime innocenti di camorra

“La sedia vuota. Storie di vittime innocenti della criminalità”. E’ il nuovo libro dello scrittore e giornalista Raffaele Sardo, che sarà presentato a Gricignano, domenica 17 marzo, alle ore 11, all’istituto comprensivo “Santagata”, in via Fermi. All’appuntamento, moderato dal giornalista Antonio Taglialatela, direttore del sito web Pupia.tv, interverranno, insieme all’autore, Francesco Paolo Barbato, presidente dell’associazione di volontariato “Arcadia”, e Vincenzo Viglione, consigliere regionale e segretario della Commissione Anticamorra della Regione Campania. La compagnia teatrale “Ventata Nova”, con Leila Girone e Maria Grazia Martiniello, eseguirà una lettura di brani tratti dall’opera di Sardo.

Il volume, edito da IOD, che esce per conto della Fondazione Polis, narra tredici storie di vittime innocenti della criminalità, attraverso le testimonianze dei familiari delle vittime. “La memoria – scrive nella prefazione Franco Roberti – rappresenta la base fondamentale per fare emergere le ragioni di coloro che hanno pagato con la vita l’efferatezza della camorra e delle altre forme di criminalità, a partire dal versante della tutela giuridica, che deve mirare a una reale equiparazione tra tutte le vittime dei reati intenzionali violenti”. “Ricostruire le storie delle vittime innocenti – scrive l’autore nell’introduzione – è come cercare di completare un quadro mai finito. E’ un pezzo della nostra cronaca recente che in tanti hanno vissuto, ma nei libri di storia difficilmente la si troverà descritta con l’approfondimento dovuto. Spesso proprio in quei libri la presenza della camorra è ignorata, quando invece essa, radicata in modo asfissiante nei nostri territori, ha pervaso la vita delle persone, condizionandola nelle scelte anche più piccole”.

Fra le tredici storie raccontate nel libro, c’è quella del vicesindaco di Mondragone, Antonio Nugnes, scomparso l’11 luglio del 1990. I resti del suo corpo furono fatti ritrovare la mattina del 3 settembre 2003 in fondo al pozzo di una vecchia masseria nella zona dei Mazzoni. “Per quattro anni e mezzo – racconta la figlia Daniela Nugnes – ogni volta che ci sedevamo a tavola, era un tormento. Nessuno si sedeva al posto che abitualmente occupava papà. La sedia rimaneva vuota e quella sedia ci interrogava, poneva domande, parlava col suo silenzio. Quella sedia dove non si sedeva nessuno, diceva più di ogni altra cosa in quella cucina che ormai era diventata fredda”.

Diverse di queste storie sono anche pagine di resistenza civile. Raccontano di persone che hanno fatto fino in fondo il proprio dovere di poliziotti o carabinieri, di imprenditori che non si sono piegati alle minacce dei camorristi, rifiutando di pagare il pizzo, di sottomettersi alle loro regole. Con questi racconti, tutte le persone uccise finiscono di essere solo dei nomi. I loro volti diventano finalmente riconoscibili anche per chi non li ha mai conosciuti.

L’AUTORE – L’ultimo libro di Sardo, originario di Carinaro (Caserta), è un “sequel” dei precedenti lavori “Come nuvole nere”, pubblicato nel 2013, e “Al di là della notte” (2010), in cui lo scrittore racconta le storie vittime innocenti, rievocate attraverso i familiari. Tra le altre opere di Sardo, sempre legate al tema della lotta alla criminalità, ricordiamo “Don Peppe Diana. Un martire in terra di camorra” (2015),  “È marzo, la primavera sta per arrivare (2004)”, dedicate alla memoria di Don Peppe Diana, il sacerdote di Casal di Principe ucciso dalla camorra nel 1994. E ancora “Nogaro. Un Vescovo di frontiera (1997)”, dedicato a monsignor Raffaele Nogaro, vescovo emerito della Diocesi di Caserta dal 1990 al 2009, distintosi per la lotta alla camorra e la difesa dei deboli, in particolare degli immigrati. Nel 2002 ha curato la pubblicazione del volume “Nell’inferno della Domiziana”. Volontari a Castel Volturno tra le nuove schiave per dare speranza e dignità alle persone”, edito dall’associazione di volontariato “Jerry Essan Masslo”. Ha collaborato, inoltre, con diversi quotidiani nazionali tra cui L’Unità, Il ManifestoilFattoQuotidiano.it e con il programma Rai “Anno Zero” di Michele Santoro. Attualmente è firma di Repubblica.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Anche i cereali “contraffatti”: sequestrate 315 tonnellate tra Napoli e Avellino https://t.co/tu2kqyTKsF

Stati Generali Cultura in Campania, De Luca: "Un Archivio Digitale di tutte le Arti" (21.10.19) https://t.co/1VWVeM6qEI

Caserta, rubano rotaie e deviatoi ferroviari nella stazione: arrestati - https://t.co/9zNDneulNG

Aversa, discarica davanti isola ecologica. I residenti protestano: "Basta, viviamo tra puzza e insetti" - https://t.co/xmLEVqlWIU

Condividi con un amico