Aversa

Aversa, Centro Impiego. Galluccio difende i vigili: “Ufficio è di competenza regionale”

Nella qualità di consigliere delegato a seguire da vicino l’attività del Corpo della Polizia municipale di Aversa, ieri mattina sono stato interessato da una segnalazione proveniente direttamente dal sindaco su un caso di disservizio provocato dal personale della Polizia municipale presente presso il Centro per l’impiego di Aversa. Premesso che tale ufficio pubblico, di diretta competenza regionale, ripeto regionale, è ubicato come tutti sanno in pieno centro storico nell’angusta via Pommella, polarizza l’utenza di diversi comuni confinanti con Aversa, e già di per sé arreca non poco disagio alla normale circolazione stradale, mi sono immediatamente confrontato sulla questione con il comandante della Polizia municipale, Stefano Guarino, chiedendo spiegazioni dell’accaduto. Nel merito della questione, il comandante Guarino mi ha riferito che, su richiesta telefonica del sindaco De Cristofaro, ha disposto un servizio di presenza presso tale ufficio con inizio fin da lunedì scorso, operando anche la chiusura di via Pommella, in quanto la strada si presentava piena di persone che stazionavano in attesa di entrare al Centro per l’Impiego.

Nella giornata di giovedì il personale della Polizia municipale è rimasto sul posto addirittura fino ad oltre le 18, peraltro unitamente a personale del commissariato di Aversa.  Nella mattinata di oggi, il personale è giunto sul posto alle ore 8,45 circa, operando di nuovo la chiusura di via Pommella, constatando che lo stazionamento delle persone in attesa non generava alcun problema. Ciò nonostante, su sollecitazione del sindaco, il comandante ha disposto che il personale stazionasse proprio in prossimità delle persone in attesa. Il comandante mi ha ribadito inoltre, e questo credo sia pienamente condivisibile, che non rientra certo tra i compiti di istituto della Polizia municipale disciplinare il concreto afflusso dell’utenza all’interno di un ufficio pubblico non di competenza comunale, fatta salva la necessità di intervenire ove vi fosse necessità. Ogni dipendente pubblico ha le tutele della legge come pubblico ufficiale e non certamente ci vuole un poliziotto a tutela di ogni dipendente pubblico.

Il comandante, dopo le rassicurazioni, ha colto anche l’occasione per farmi notare che costantemente il Questore di Caserta, attivato dai dirigenti degli uffici pubblici che evidenziano straordinarie ma prevedibili esigenze, adotta specifiche ordinanze a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, coinvolgendo le varie forze di polizia, compresa la Polizia municipale.  A titolo di mero esempio il comandante mi ha posto in evidenza un’ordinanza del questore dello scorso anno riferita al previsto maggior afflusso presso l’Agenzia delle Entrate. In quel caso fu disposto l’impiego di personale del locale commissariato, dei carabinieri e della Polizia municipale. Per inciso, a dire del comandante, l’evento non si verificò nemmeno nel modo temuto e l’accesso avvenne in modo ordinato. Mi duole constatare che nel caso specifico non è stato posto in essere nessun interessamento preventivo dell’autorità di pubblica sicurezza”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Incendio in galleria su linea ferroviaria Napoli-Salerno: un operaio ustionato, altri 4 intossicati - https://t.co/YL2EtthpDz

'Ndrangheta, arrestati gli autori del duplice omicidio Chiodo-Tucci - https://t.co/3hqgZLMR4n

A Napoli si impara...giocando! Convegno internazionale sul diritto al gioco - https://t.co/0ia0wEbbUN

Aversa, Giornata dei Poveri: Padre Patriciello alla "Casa dei Figlie" della Caritas - https://t.co/n9gwho5L3a

Condividi con un amico