Aversa

Aversa, senzatetto sotto i portici della banca: il dramma degli “invisibili”

Aversa – Coperte, sacchi a pelo, cartoni. Usano di tutto per costruirsi il proprio giaciglio. Per casa i portici della Bper, la banca di via San Francesco da Paola. Chi transita da quelle parti non può fare a meno di notarli, soprattutto di sentire l’odore acre di escrementi, urina soprattutto.

Sono i nuovi poveri aversani, i moderni fantasmi che nessuno vede (o fa finta di non vedere). Si tratta di pochi immigrati dell’Europa dell’Est, che cercano rifugio dalla loro situazione nell’alcool. Nessuno li vede, nemmeno i servizi sociali del comune. Nemmeno quei tanti cittadini aversani pronti a segnalare sul web la presenza fuori posto di un sacchetto di rifiuti.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Ecotransider e puzza, è finita: il Consiglio di Stato dà ragione a Comune e Asi - https://t.co/nzQfEupdJu

Cesa, assistenza a vittime di pizzo e usura: presentazione progetto il 18 dicembre - https://t.co/xdMRRde2rD

Trentola rappresenta Aversa in conferenza sindaci Asl: insorge "Noi Aversani" - https://t.co/zxkVNMuXpN

Osteoporosi, un "killer" per donne anziane: esperti si confrontano a Napoli - https://t.co/MZazt0xmu4

Condividi con un amico