Gricignano

Lettieri: “Moretti si attribuisce meriti non suoi, tipico dei mediocri”

Gricignano – “Premetto che sarei stato ben lieto di confrontarmi con il nostro sindaco su tematiche di particolare interesse della nostra comunità, purtroppo non posso esimermi dal rispondere alle sue ultime dichiarazioni, con le quali non perde occasione per palesare la sua reale natura, ovvero quella di ‘mistificatore della realtà’”.

Lo afferma il consigliere di opposizione Vittorio Lettieri che replica alle parole del sindaco Andrea Moretti, il quale ha ritenuto che, dinanzi alle critiche della minoranza, “l’amministrazione risponde con i fatti”.

Secondo Lettieri, Moretti “dimostra ancora una volta di non aver capito assolutamente nulla e di non essere a conoscenza di niente. Infatti, parla di finanziamento di 18 milioni di euro per la realizzazione di un plesso scolastico innovativo, facendo quasi credere ai lettori che il nostro Comune abbia già ottenuto il finanziamento per la realizzazione di questa importante opera. Così non è. Infatti, basta semplicemente leggere l’articolo di Pupia per capire che non si tratta di finanziamento ma di ammissione alla graduatoria delle domande ammissibili per il finanziamento in questione”.

“Inoltre – continua Lettieri – è giusto sottolineare che il sindaco non ha alcun merito al riguardo, perché, come si legge dall’articolo, l’interessamento a tale progetto è stato del vicesindaco Aquilante e dell’architetto Cavaliere (dirigente dell’area tecnica), ai quali vanno i miei complimenti per il lavoro svolto su questo importante progetto. Ma si sa, è tipico dei mediocri attribuirsi meriti non propri”.

In merito, poi, alla vicenda degli accertamenti Tarsu 2010, ossia quando il sindaco parla di “impegni rispettati”, Lettieri sottolinea come Moretti non faccia accenno alle soluzioni adottate in tal senso. “Forse – riflette il consigliere – la risoluzione di tale questione è un ‘brevetto segreto’ del nostro sindaco oppure è il ‘terzo segreto di Fatima’, visto che, nonostante i nostri innumerevoli interrogativi sollevati, ad oggi i cittadini non hanno ricevuto alcuna risposta ufficiale sulla vicenda”.

Sui “decreti dirigenziali” al vaglio della Corte dei Conti, secondo Lettieri, “il sindaco forse soffre di ‘amnesia’ poiché è opportuno ricordargli che, in qualità di capo del governo cittadino, è tenuto a segnalare alle autorità ogni forma di irregolarità nell’attività amministrativa, così come abbiamo sempre fatto noi, e non limitarsi ad avvisarci sulla stampa”.

Lettieri conclude: “Invece di pensare al ‘Campus’ (l’area di integrazione tra le comunità italiana e americana, ndr.), il sindaco farebbe meglio ad interessarsi della propria comunità, in particolar modo ai giovani che sperano in un piano occupazionale serio, agli anziani che meritano rispetto e che invece attendono ancora una sede per la loro associazione, ai disabili sempre più trascurati e a tutta la propria cittadinanza perché non sarà di certo il ‘Campus’ a risolvere i problemi della nostra comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico