Home

Malato di Alzheimer, morto Omar Sharif

Da tempo malato di Alzheimer, è moto Omar Sharif: l’attore, di origini egiziane, aveva 83 anni. A diffondere la notizia è la stata la BBc ripresa poi dai media egiziani.  Nato ad Alessandria d’Egitto il 10 aprile 1932 da due immigrati libanesi, dopo gli studi in matematica e fisica al Cairo aveva intrapreso la carriera di attore.

I suoi ultimi anni erano stati raccontati così da figlio Tarek in un’ultima intervista: “Alterna giorni in cui sta meglio a giorni in cui è parecchio sconcertato. Ricorda di essere un attore famoso, sa chi è, ma non capisce per quale ragione la gente lo saluti”.

L’esordio, importante, in Lawrence d’Arabia, film del 1962 che gli valse una nomination all’Oscar. La fama arrivò tre anni dopo con il personaggio di Jurij Zivago, medico romantico e sfortunato protagonista dell’omonimo libro di Boris Pasternak. Quel ruolo, rimasto nella storia del cinema, gli valse il Golden Globe, conquistato nel 1996, e una fama mondiale.

In otto anni interpretò oltre 20 film in Egitto, tra cui La castellana del Libano e I giorni dell’amore, che vennero distribuiti anche in Italia. Per sposare l’attrice Faten Hamama si convertì all’Islam e scelse il nome che lo accompagnerà per la vita, Omar El Sharif.

Così si presentò a David Lean che stava scegliendo il cast per Lawrence d’Arabianel 1961: Lean gli affidò il ruolo dello Sceriffo Alì, tra Peter O’Toole, Anthony Quinn e altri grandi nomi del cinema anglosassone. La nomination all’Oscar del ’63 fu la naturale conseguenza e gli aprì le porte di Hollywood. In Italia prestò il suo fascino esotico a film come La caduta dell’impero romanoMarco Polo e Gengis Khan. Poi Lean lo travestì da russo per l’adattamento del Dottor Zivago (1965). Il successo fu planetario, accompagnato da un Golden Globe che a sorpresa non andò di pari passo con la candidatura all’Oscar.

Tra le sue successive interpretazioni vanno ricordate C’era una volta di Francesco Rosi, La notte dei generali di Anatole Litvak e Funny Girl a fianco di Barbra Streisand, della quale si innamorò subito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico