Napoli

Scontro De Laurentiis-Nicchi dopo Napoli-Juventus

Napoli – Continua il botta e risposta a distanza tra il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e il numero uno dell’Aia, Marcello Nicchi.

In una nota pubblicata sul sito ufficiale del club azzurro, De Laurentiis ha detto: “Le sue dichiarazioni sono in contrasto con le immagini tv. Il sistema attuale è inadeguato, serve subito la moviola in campo”.

La querelle tra Napoli ed arbitri è iniziata al fischio finale di Napoli-Juventus 1-3. Il tweet dell’imprenditore cinematografico ha aperto le danze: “Ci siamo stancati! La Juve è una squadra forte, se è anche aiutata dagli arbitri diventa imbattibile. E’ inammissibile che con 6 arbitri non si vedano 2 giocatori in fuorigioco. O è malafede o è incompetenza. Questi 6 arbitri devono restare fermi a lungo!”.

Il riferimento è al gol di Caceres in fuorigioco, seppur millimetrico. Il giorno dopo la replica, più pacata ma non meno forte, del capo dei fischietti italiani: “Nel calcio spesso accade che si dice quello che si pensa senza pensare a quello che si dice, perché ogni dichiarazione sopra le righe può generare violenza. Persone esperte e mature come il presidente del Napoli ne risponderanno eventualmente alla Procura federale”.

E sul gol contestato: “Era una decisione difficilissima, nessuno in campo infatti ha osato dire niente, per tutti il gol era regolare. Era una chiamata difficile sulla quale Tagliavento non c’entra niente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico