Cesa

Il Consiglio comunale dei Ragazzi in visita alla Regione Campania

Cesa.Visita “istituzionale” alla Regione Campania per i componenti del Consiglio comunale dei Ragazzi.

Una
mattinata da Consiglieri Regionali per i giovanissimi membri del Consiglio baby
di Cesa che hanno visitato la sede del Consiglio Regionale campano. L’iniziativa, promossa
dall’Assessorato all’Istruzione guidato da Cesario
D’Agostino
, ha aderito al progetto “Ragazzi In Aula” attivato dalla Regione
Campania con lo scopo di avvicinare i giovani al mondo della Politica e delle
Istituzioni, attraverso la visita guidata presso la sede del Consiglio della
Regione e con la simulazione di una vera e propria seduta consiliare, con tanto
di presentazione di proposta di legge, lettura degli articoli, interventi dei
ragazzi e votazioni effettuate sia per alzata di mano che elettronicamente.

Molto
apprezzata la proposta di legge presentata, dal Cesario Rao a nome dei giovani cesani dal titolo: “Norme attuative per la tutela ambientale e
della salute e per l’emergenza ambientale”
, una proposta contenente disposizioni volte a far fronte
alla grave situazione di emergenza ambientale nel territorio compreso tra le province
di Napoli e Caserta, interessate dal fenomeno dei roghi di rifiuti tossici,
denominato “Terra dei Fuochi”. Inoltre, nella seconda parte dispone e organizza
il gravissimo allarme sociale provocato dalla diffusione di notizie sullo stato
di contaminazione dei terreni agricoli campani e sulla conseguente
contaminazione e pericolosità dei prodotti agroalimentari proveniente dalla
Regione Campania. Al termine della
visita, i ragazzi hanno firmato il “Libro degli Ospiti” e fatto la foto ricordo.

“E’ giusto – ha affermato D’Agostino –
che i giovani cesani facessero questa
visita che gli ha permesso di conoscere meglio le istituzioni che ci circondano.
Si tratta di un’esperienza istruttiva e dal grande valore educativo perché in
questo modo i giovani consiglieri imparano da vicino il funzionamento delle
istituzioni”.

Clicca per ingrandire

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico