Succivo

Ccn e parco urbano: al via il progetto “Atella”

 SUCCIVO. Si è svolta giovedì mattina, nella sala convegni del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”, in piazza Umberto I, la riunione tra sindaci e assessori dell’Unione dei Comuni Atellani convocata dal presidente Eugenio Di Santo.

All’ordine del giorno la discussione del progetto Atella (Arte, archeologia, ambiente, agricoltura, artigianato e commercio) dell’architetto Salvatore Di Leva. Un progetto finalizzato allo sviluppo sociale ed economico del territorio atellano, all’istituzione di un centro commerciale naturale e alla costituzione del parco urbano “Nel cuore verde di Atella”.

Ha introdotto i lavori il sindaco di Sant’Arpino e presidente dell’Unione dei Comuni, Di Santo, che ha spiegato che “da circa due anni, in collaborazione con l’architetto Di Leva stiamo lavorando ad un progetto che possa contribuire concretamente al rilancio dell’economia dei comuni dell’Unione. In un periodo di crisi e di grandi difficoltà economiche – continua – soprattutto per i piccoli commercianti, rappresenta un preciso dovere di chi amministra fare il possibile perché tutti possano avere nuove opportunità. E, in collaborazione con i rappresentanti istituzionali dei cinque comuni dell’Unione, abbiamo concordato sull’idea che non c’è modo migliore per farlo che utilizzare le grandi risorse già presenti sul nostro territorio e farne lo strumento privilegiato per ottenere importanti risultati in ambito economico, turistico, artistico e delle attività produttive. Abbiamo pensato dunque alla realizzazione di un centro commerciale naturale formato da tutte le attività già esistenti sull’asse Martiri Atellani e di fare del parco archeologico il cuore pulsante di un vero e proprio parco urbano”.

“La realizzazione di questi progetti – conclude – prevede dei finanziamenti regionali ed europei ai quali abbiamo intenzione di accedere e di fare richiesta affinché tutto questo diventi presto realtà. Nelle prossime settimane si terranno nuovi incontri programmatici e abbiamo previsto un incontro pubblico che descriverà i dettagli agli addetti ai lavori e a tutti i cittadini”.

L’architetto Di Leva ha poi illustrato gli aspetti tecnici del progetto. “L’idea – dice il professionista – nasce da esperienza di grande successo già sperimentate in altre città che, individuando gli elementi tipici del territorio, hanno portato al rilancio dell’economia e del turismo locale. E’ quello che si propone anche il nostro progetto visto che la nostra terra, ricca di tradizioni e cultura, può contare su tantissimi punti di forza. Il progetto si pone come obiettivo prioritario di creare un centro commerciale naturale formato dalle varie attività commerciali che già sorgono nei comuni atellani e di dare vita ad un parco urbano che abbia il suo centro nel costruendo parco archeologico. Un progetto che in pratica mira fondamentalmente a risanare l’economia locale e a creare nuove opportunità di lavoro per tutti, ma soprattutto per i giovani”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico