Orta di Atella

Natale 2009 alla scuola “Massimo Stanzione”

Arcangela Del PreteORTA DI ATELLA. Sabato 19 dicembre nei locali della scuola media “M. Stanzione” si è tenuto l’”Open Day”, durante il quale la scuola si apre al territorio.

In tale occasione, davanti al folto gruppo di rappresentanti dei genitori delle classi prime, la dirigente Arcangela Del Prete (nella foto) e la professoressa Angela Follo hanno presentato l’Offerta Formativa dell’istituto, i progetti didattici, le attività curricolari ed extracurricolari realizzate e da realizzarsi. Contestualmente, è stato allestito, in collaborazione tra docenti, genitori e alunni, il mercatino di Natale il cui ricavato sarà interamente devoluto ad enti ed associazioni benefiche.

Le iniziative pre-festive sono proseguite martedì 22 dicembre, dalle ore 9, nella palestra della scuola elementare “M. Ferrara”, con il tradizionale spettacolo natalizio che quest’anno prevedeva una simpatica recita dal titolo “Rudolf e Noemi” sul tema della solidarietà e del valore della diversità, scritta e diretta dalla professoressa Angela Follo.

Alla rappresentazione ha fatto seguito l’esibizione dei ragazzi della corale e del quartetto musicale preparati e diretti dal professor Rosario Bergamo in collaborazione con la professoressa Beatrice Maisto, che hanno interpretato alcuni tra i più famosi canti natalizi tradizionali. Un doveroso riconoscimento va alla professoressa Luisa Lorello che ha curato le coreografie della rappresentazione “Rudolf e Noemi” e del balletto che ha accompagnato i canti natalizi. Tutti gli alunni, come sempre magistralmente guidati dai loro docenti, sono stati bravissimi e meriterebbero di essere citati uno ad uno quali esempi di dedizione responsabile, di maturità e di sensibilità artistica.

Una menzione particolare, tuttavia, va alla piccola grande poetessa Alessia Compagnone per i bellissimi versi dedicati alla Dirigente, all’alunna Rosa D’Ambrosio per il suo sempre applauditissimo fuori programma canoro e al giovane “rapper” Antonio Ruggiero per il brano da lui scritto e interpretato sul tema dell’uso incivile e irresponsabile dei petardi. Questi risultati, in termini di coinvolgimento degli alunni ad iniziative di solidarietà, di entusiastica partecipazione e di conseguenti ricadute formative, costituiscono l’unica vera gratificazione capace di compensare il difficile impegno della dirigenza e dei docenti per rendere la scuola non solo un semplice luogo di trasmissioni dei saperi ma anche, e soprattutto, una palestra di aggregazione positiva e di interiorizzazione dei valori di solidarietà e di legalità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico