Sant’Arpino

Gli alunni “ripuliscono” il Comprensivo ‘Rocco’

Il sindaco Di Santo con i ragazziSANT’ARPINO. Una splendida mattinata di sole ha fatto da cornice, lo scorso venerdì 3 aprile, all’iniziativa intitolata “Scuole Pulite” che ha visto protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo “V. Rocco”.

La manifestazione è stata organizzata dal Preside Angelo Dell’Amico in collaborazione con Legambiente Geofilos di Succivo e ha coinvolto i ragazzi delle prime medie e i bambini delle elementari. Tutti i ragazzi hanno portato da casa la carta che poi è stata sottoposta ai processi di riciclaggio e di riutilizzo sotto l’attenta guida dei volontari di Legambiente. Presenti in rappresentanza dell’amministrazione comunale il Primo Cittadino, Eugenio Di Santo, l’Assessore alle Politiche Scolastiche, Giuseppe Lettera, e l’Assessore all’ambiente, Rodolfo Spanò.

“Un’iniziativa importante – hanno dichiarato Di Santo, Lettera e Spanò – che, ancora una volta, vede protagonisti i più piccoli. E’ fondamentale che siano loro per primi a comprendere l’importanza di una corretta raccolta differenziata e, farlo attraverso iniziative di gioco e di divertimento come questa, è il modo migliore per raggiungere lo scopo. Vedere il loro entusiasmo e il loro coinvolgimento questa mattina è stato bellissimo e, soprattutto, ha rappresentato per noi la conferma che devono essere sempre più numerose le manifestazioni come questa che rendano i più piccoli partecipi della vita della loro scuola e della loro comunità. Rappresenta una priorità per la nostra amministrazione coinvolgere nella vita del paese i bambini e i ragazzi che rappresentano il nostro futuro e renderli protagonisti delle varie iniziative. In particolare, in questo caso, l’obiettivo è stato quello di affermare che la raccolta differenziata deve diventare parte della vita quotidiana di tutti ed è bello pensare che siano i bambini e i ragazzi ad insegnare agli adulti come va fatta correttamente. La scuola è il cuore pulsante della nostra comunità – hanno concluso – ed è proprio dalla scuola che devono partire iniziative come questa che sarà solo una delle tante volte alla sensibilizzazione di grandi e piccoli”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico