Caserta

Ztl, Udc: “Oltre al piano occorre creare attrattive”

 CASERTA. In merito all’annunciata costituzione della Ztl (zona a traffico limitato) in Corso Trieste, i giovani dell’Udc di Caserta esprimono le loro valutazioni.

“L’idea di deputare il centro storico della città – sostengono i giovani centristi – al solo traffico pedonale è in linea di massima moderna e necessaria. Ciò nonostante, sulla scorta dell’esperienza delle altre città italiane ed europee, appare conditio sine qua non la redazione e l’attuazione di un piano integrato di sviluppo che parta innanzitutto da una predisposizione di un progetto appropriato per il traffico veicolare e per quello dei mezzi pubblici”.

“Non si possono trascurare infatti – dichiara Fausto Di Girolamo, segretario provinciale dei giovani Udc – tutte le altre numerose componenti necessarie a far sì che una zona a traffico limitato sia ben integrata con il resto della città e sia a misura dei cittadini. Non basta pertanto che il centro storico sia destinato alla libera circolazione dei pedoni, ma occorre, per creare un vero centro di attrazione e di sviluppo, tutta una serie di interventi e servizi collaterali che non sono stati previsti”.

“Proponiamo – gli fa eco Gaetano Riccardelli, segretario cittadino dei giovani Udc – che ci sia un approccio globale che tenga conto di tutte le condizioni che rendano la Ztl fattibile e conveniente. Pensiamo, per fare dei piccoli esempi, ad un sistema di navette no-stop che serva tutto il percorso pedonale e parta dai parcheggi circostanti, ad infopoint turistici e promozionali, all’organizzazione di grandi eventi tematici, alla redazione di un grande piano di rilancio dell’intero centro storico”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico