Santa Maria C. V. - San Tammaro

Manifesto Assemblea degli iscritti Prc

PRC

SANTA MARIA C.V. “Nell’assemblea generale del 26 ottobre c.a. i compagni hanno votato l’uscita del partito da una maggioranza ormai allo sbando e priva di ogni prospettiva politico-programmatica.

Il documento votato, con l’analisi della scottante e grave realtà dei fatti, ha posto per il Partito della Rifondazione Comunista l’esigenza politica di intraprendere una battaglia dura e decisa contro una maggioranza che vive solo di rimpasti, con assegnazione di deleghe assessoriali, tolte e poi riassegnate ad altri, senza un progetto del ”fare”, ma solo per ricomposizioni numeriche.
SI HA QUINDI, DA UNA PARTE LA CITTA’ DI SANTA MARIA CAPUA VETERE SENZA ALCUNA PRESENZA DEL MUNICIPIO, SEMPRE PIU’ INVIVIBILE E CON LE SUE PROBLEMATICHE, VECCHIE E NUOVE, IRRISOLTE E DALL’ALTRA PARTE UNA MAGGIORANZA NON PIU’ IN GRADO DI USCIRE DALLA PARALISI.
Consapevole di questo Rifondazione Comunista torna all’opposizione, apre le porte ed esce dalle proprie stanze, pronta ad intervenire sulle tematiche irrisolte ed aprire il conflitto con quel che resta della maggioranza, ormai subalterna a centri di potere esterni, che pretendono di decidere al di sopra di tutto e di tutti, sul ”progetto della Città che vogliamo”.
RIVENDICHIAMO COME NOSTRI I TEMI DEL DOCUMENTO POLITICO DEL DIRETTIVO DEL PARTITO DEL 08/09/08 E GLI OBIETTIVI PERSEGUITI. SU DI ESSO APRIREMO IL PIU’ AMPIO CONFRONTO DEMOCRATICO, RIPRISTINANDO IL NATURALE RAPPORTO DIALETTICO CON LA CITTA’, CON I COMPAGNI E CON I CITTADINI CHE UN PARTITO DI SINISTRA E COMUNISTA, FORTE NELLA SUA AUTONOMIA, DEVE AVERE.
La città e la sua vivibilità, la gestione finalizzata ad interventi nel sociale del Patrimonio Comunale, il Piano Urbanistico Comunale, che disegni la città a misura d’uomo, la riconversione delle ex-aree produttive indirizzata all’interesse pubblico (quindi diciamo da subito “no” ai centri commerciali), la gestione del ”ciclo dei rifiuti”, la messa in atto di misure e di provvedimenti per l’occupazione ed il rilancio del terziario in città, SONO TUTTI TEMI sui quali apriremo battaglia politica, coinvolgendo la città e le associazioni democratiche ivi operanti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico