Caserta

“L’Europa che vorrei”, premiati i tre vincitori del concorso

Franco CapobiancoCASERTA. Anna Allocca, Jessica Natale e Tommaso Santagata sono i vincitori del concorso “L’Europa che vorrei…”, promosso dall’Ufficio Europa e dall’antenna Europe Direct dell’assessorato alle Politiche comunitarie della Provincia di Caserta e rivolto ai giovani di Terra di Lavoro di età compresa tra i 14 e i 30 anni.

I cinquantadue partecipanti alla competizione hanno realizzato un breve video-messaggio raccontando come desiderano l’Europa. I video-messaggi sono stati registrati nel corso del tour dell’Euromobile, l’ufficio mobile itinerante del settore Programmazione e Programmi comunitari della Provincia, che da novembre ha fatto tappa in scuole, università e piazze dei Comuni casertani. I tre vincitori sono stati selezionati da una commissione di valutazione composta dal giornalista Gianni Molinari, responsabile della redazione di Caserta de “Il Mattino”; dal regista Rino Della Corte, direttore artistico del Mitreo Film Festival; da Roberto Race, Presidente Gfe Campania; da Rosalba Casuccio, funzionaria della Provincia e da Giovanna Di Marcello, coordinatrice dell’Ufficio Europa e di Europe Direct Caserta. I premiati prenderanno parte al XXVII seminario nazionale di formazione federalista, appuntamento annuale che dal 1982 riunisce giovani di tutto il mondo a Ventotene, l’isola dell’arcipelago pontino dove, nel 1941, hanno tratto ispirazione Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi per la redazione del “Manifesto di Ventotene”. Il seminario, che si terrà dal 31 agosto al 5 settembre 2008, prevede un fitto programma di relazioni, conferenze, tavole rotonde ed interventi di esponenti del mondo politico-istituzionale, nazionale e comunitario. Per l’assessore alle Politiche comunitarie, Franco Capobianco, “il concorso ha voluto dare ai ragazzi di Terra di Lavoro l’opportunità di esprimere le loro proposte sull’Europa del domani”. “Ai vincitori – aggiunge Capobianco – viene data la possibilità di confrontare la loro idea di Europa unita con quella di giovani provenienti da altri Paesi: partecipare al seminario di Ventotene, vuol dire, infatti, vivere un’esperienza unica di approfondimento sui temi dell’Ue”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico