Sant’Arpino

Allarme tumori, la Federconsumatori aderisce alla petizione

Giovanni CiuonzoSANT’ARPINO. Parte anche a Sant’Arpino la petizione popolare organizzata dalla Federconsumatori atellana per la raccolta di firme sull’allarme tumori da indirizzare agli organi di governo, quali il presidente del Consiglio, e i ministri dell’Ambiente e della Salute, nonché le più alte cariche dello Stato quali il presidente della Repubblica Italiana e i presidenti di Camera e Senato.

Una iniziativa nata ad Aversa, attraverso il sito Pupia Tv, che ha come fine la richiesta specifica di intervento alle più alte autorità pubbliche. Uno scempio ambientale drammatico in Terra di Lavoro, che ha visto l’aumento di circa il 20%, negli ultimi due anni, delle neoplasie o tumori. Un dato che purtroppo è destinato ad una crescita veloce secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. “Facciamo un appello ai cittadini, alle associazioni, agli enti locali e ai partiti politici di sostenere tale iniziativa – dichiara il presidente di Federconsumatori di Sant’Arpino Giovanni Ciuonzoe renderci conto che ormai siamo arrivati ad una situazione che forse non ha più soluzioni. Ogni iniziativa va sostenta per il bene dei nostri figli”. Quello che si chiede è un urgente intervento di bonifica e dal testo si leggono anche le modalità richieste: “Monitorare capillarmente la situazione sanitaria dell’intero comprensorio, con l’esatta individuazione dei punti intorno ai quali si riscontra la maggior crescita percentuale dei casi di tumore, intervenendo anche con misure dolorose; e sorvegliare l’immissione di agenti inquinanti nell’atmosfera in tutto il territorio”. Insomma, una situazione alquanto incresciosa che dà anche una piccola spiegazione del perché l’Italia viene considerata, dopo la Cina, come un paese fortemente inquinato. “Bisogna rendere pubbliche le analisi circa le acque considerate potabili e che invece non lo sono. – continua Ciuonzo – Questa è una iniziativa di cittadini consapevoli di vivere in un territorio martoriato dalla criminalità e da una classe politica capace solo di sperperare denaro pubblico e come tale deve essere portata avanti con forza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico