Cesa

Rifiuti, An promuove azione legale contro la Tarsu

Giovan Battista RomeoCESA. Il circolo Alleanza Nazionale di Cesa, presieduto dal consigliere di opposizione Giovan Battista Romeo, ha messo in atto un’azione legale popolare contro la Tarsu.

Il giorno di Natale, infatti, il circolo ha allestito in piazza De Michele un presidio informativo per la raccolta delle deleghe, consegnate poi al pool di avvocati incaricato di patrocinare l’azione legale. Un’azione totalmente gratuita per tutelare i cittadini di Cesa che, al pari dei cittadini di tanti altri comuni della Regione, vedono i propri rifiuti giacere per strada nonostante venga da loro versata la regolare tassa. L’iniziativa era stata anticipata nella giornata di domenica scorsa da un volantinaggio per informare i cittadini dell’esistenza dell’articolo 57, commi 4 e 6 del disegno di legge numero 507 del 1993. Tale articolo, istitutivo del tributo per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, prevede che, nel caso di carente prestazione del servizio, il tributo possa essere ridotto nella misura del 40% o addirittura sospeso. I cittadini che nella mattinata di Natale hanno voluto approfittare dell’iniziativa hanno delegato il pool di legali di rappresentarli nella richiesta di recupero di almeno una parte della Tarsu. “E’ andato tutto bene – ha commentato il consigliere Romeo – e siamo molto soddisfatti dell’iniziativa. Abbiamo consegnato direttamente le deleghe ai legali che sono già al lavoro per ottenere i primi documenti del caso”. Una situazione rifiuti che il volantino di An attribuisce a “negligenza, imperizia, omissioni ed incapacità gestionale e programmatica dei politici”, e pertanto “non possono le amministrazioni comunali e la stessa Regione pretendere di richiedere il pagamento della tassa suirifiuti solidi urbaniavendo disatteso e trascurato il primario dovere della prestazione del servizio e di tutela dei diritti dei cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico