Caserta

Rifiuti, il centrodestra chiede consiglio provinciale straordinario

Paolo RomanoCASERTA. Nove consiglieri provinciali di Caserta hanno inoltrato, questa mattina, richiesta di convocazione di un consiglio straordinario per discutere dell’emergenza rifiuti.

Si tratta dei consiglieri di opposizione Giuseppe Mariniello, Nicola Cosentino, Carmine Antropoli e Michele Griffo di Forza Italia, Domenico Ventriglia, Gabriele Piatto e Giorgio Magliocca di An, Emilio Nuzzo dell’Udc e l’indipendente Gerardo Trombetta, i quali hanno sottoscritto un documento comune. La notizia viene appresa con soddisfazione dai vertici provinciali di Forza Italia, tra cui lo stesso coordinatore provinciale Nicola Cosentino, i consiglieri regionali Giuseppe Sagliocco e Paolo Romano, e il senatore Pasquale Giuliano, i quali avevano lanciato l’iniziativa in una recente conferenza stampa.

Giuseppe Sagliocco“L’emergenza rifiuti non è più ascrivibile alla sola presenza dei rifiuti in strada, ma è strutturale, cioè la dimostrazione più palese di un sistema di gestione che ha fallito”, affermano Sagliocco e Romano. “Forza Italia è consapevole della drammaticità della situazione, pericolosa soprattutto dal punto di vista epidemiologico, che vive Terra di Lavoro. La crisi che ora si deve fronteggiare è il risultato di decenni di disattenzione da parte delle Istituzioni. Dopo la conferenza stampa a Caserta, vogliamo ulteriormente responsabilizzare il presidente della Provincia Alessandro De Franciscis affinché la smetta con lo scaricabarile e convochi un consiglio provinciale straordinario, anche aperto. E’ necessario che lo faccia, non solo per descrivere la situazione reale in cui versa la provincia di Caserta, ma anche per individuare adeguate soluzioni alla problematica. L’emergenza rifiuti deve avere la priorità assoluta, rispetto anche a tutte le altre iniziative per lo sviluppo del territorio poste in essere dalla Provincia di Caserta. Bisogna innescare un’inversione di marcia rispetto al passato e ripristinare le condizioni di vivibilità in tutta Terra di Lavoro”.

Sagliocco (presidente della commissione speciale di controllo delle attività della Regione e degli Enti collegati) e Romano (presidente della commissione regionale Anticamorra) sottolineano come i cittadini sia ormai giunti alla disperazione: “La gente è ormai stanca delle menzogne. Il presidente della Provincia di Caserta sa bene che, volendo, potrebbe fare qualcosa di concreto, senza limitarsi a fare spallucce. Un primo passo potrebbe essere già il censimento dei siti inquinati e delle patologie tumorali, sempre più diffuse sul territorio da lui amministrato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico