Aversa

Rifiuti, Pansa chiede ai sindaci di creare siti di stoccaggio

Alessandro PansaCASERTA. L’emergenza rifiuti in tutta la Campania continua a destare preoccupazioni anche rilevanti aventi non solo carattere sostanziale ma anche materiale.

I paesi dell’intera provincia soffocano nelle tonnellate di rifiuti abbandonati per le strade cittadine sotto gli occhi di tutti.E quello che sotto gli occhi non è, magicamente compare nelle stradine di campagna più nascoste o in piccole discariche abusive vicine a centri di interesse storico o artistico. Ma la notizia di maggiore interesse arriva proprio a pochi giorni da Natale come se ci fosse ancora bisogno di certezze mancate. Il Prefetto di Napoli nonché Commissario di Governo per l’emergenza rifiuti, Alessandro Pansa, ha inoltrato verso la mezzanotte scorsa un fax al presidente della provincia di Caserta, Sandro De Franciscis, in qualità di sub-commissaro, ed ai 104 sindaci del casertano, il coordinamento necessario nella scelta di siti di stoccaggio alternativi attraverso conferenze di servizi. Nella missiva si legge un invito diretto al Presidente della Regione Antonio Bassolino affinché sensibilizzi le Asl e l’Arpac sullo straordinario e tempestivo supporto tecnico. In altre parole, l’invito è nel dare il nullaosta igienico-strutturale sui siti che i vari organismi istituzionali metteranno a disposizione. La situazione, quindi, va man mano aggravandosi. Il sito di ecoballe “Taverna del Re” di Giugliano chiuderà i battenti giovedì 20 dicembre, quelli alternativi di Pignataro Maggiore e Carinola non saranno pronti prima di due mesi, sempre se si riuscirà a contrastare le giuste e legittime rimostranze dei residenti. E’ di stamani la notizia che a Carinola ci sono state tensioni tra forze dell’ordine e manifestanti all’esterno del cantiere. I sindaci dovranno, pertanto, trovare al più presto discariche nei rispettivi perimetri comunali, utilizzando tutte le risorse disponibili. Questo uno degli argomenti che verranno trattati nella tavola rotonda di domani sera ad Aversa, nell’aula consiliare, dove il sindaco Domenico Ciaramella ha invitato i sindaci dell’intera provincia, i quattro presidenti dei consorzi di bacino casertani ed il presidente regionale dell’Anci, Bartolo D’Antonio, per “trovare una via d’uscita all’emergenza”. La convocazione arriva in seguito all’ennesimo appello lanciato dallo stesso Ciaramella alle istituzioni. Questa volta destinatari della missiva della fascia tricolore normanna sono il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e per conoscenza il Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi, il Ministro all’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, il presidente della giunta regionale della Campania Antonio Bassolino, il Presidente della provincia di Caserta, De Franciscis, il Prefetto di Caserta Maria Elena Stasi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico