Aversa

Il prezzo del pane aumenta del 100%, scattano le denunce

Molti commercianti praticano il prezzo raddoppiato del paneAVERSA. Un raggiro vero e proprio, in certi casi si potrebbe arrivare a parlare di una truffa fatta ad arte ai danni dei cittadini. L’aumento dei prezzi del pane negli ultimi giorni hanno fatto scattare la rivolta dei cittadini aversani che denunciano rincari esagerati.

Sia chiaro, tale aumento era già stato preventivato. Si sarebbe dovuto partire a settembre, con rincari del 15-20% al chilo. Ma ad Aversa qualcuno sta cercando di fare il furbo. E così gli aumenti sono stati fatti scattare da subito, fin dalla prima decade di agosto. La cosa sconcertante, però, è che i prezzi sono ben maggiori del 15-20%. Ci sono esempi lampanti, con commercianti che stanno vendendo panini a 30 centesimi di euro, rispetto ai 15 centesimi di luglio. Un aumento, quindi, del 100%, che ha fatto già scattare le prime denunce. “Purtroppo, mio malgrado, ho dovuto assistere a qualche esempio di ciò – ha affermato il presidente cittadino nonché vice presidente provinciale della Confesercenti Maurizio Pollinie sono rimasto alquanto scioccato. Ma su tale fronte ci stiamo già attivando perchè i furbi vengano puniti”. Nelle intenzioni di Pollini c’è la volontà di difendere “la maggior parte dei commercianti di Aversa che non c’entrano nulla con quanto sta accadendo”. Pertanto, sono stati attivati tutti i canali, anche quelli dei controlli delle autorità “per bloccare chi ha intenzione di speculare su tale vicenda. Anche perchè – aggiunge il presidente zonale della Confesercenti – noi stiamo portando avanti da tempo la battaglia per la legalità e non abbiamo intenzione di perdere il terreno guadagnato per colpa di poche persone”. Ecco perchè è scattata la denuncia alle autorità “per tutelare chi lavora onestamente” ribadisce Pollini. Questa strada sarà intrapresa anche dalle altre associazioni cittadine che hanno già avvertito (anche tramite manifesti e volantini) i propri iscritti dell’aumento del prezzo del pane in programma da settembre e li hanno messi in guardia dal tentare furbizie del genere. Allora non resta che attendere i risultati dei controlli per capire in che misura il fenomeno si è abbattuto sui cittadini di Aversa. E non solo su questi, dal momento che il fenomeno si sta verificando anche nell’agro aversano, così come segnalato da moltissimi cittadini.

dalla Gazzetta di Caserta, mercoledì 15 agosto 2007 (di Giuseppe Perrotta)

Sull’argomento leggi anche:

Raddoppia il prezzo del pane, interviene l’Arcobaleno

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico