Cronaca

Paganese-Casertana, arrestati 9 ultras. La ditta proprietaria del bus incendiato chiede i danni

di Redazione

Sulla vicenda di alcuni tifosi della Paganese (tra loro vi sarebbero anche persone, in passato, colpite dal provvedimento di Daspo) resisi responsabili, insieme ad altri da identificare, dell’incendio doloso di un pullman della ditta casertana “Mataluna”, domenica 22 gennaio, il titolare dell’azienda di trasporti ha dato ieri incarico ai propri legali, gli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo, di azionare ogni procedura per i danni subiti. – continua sotto –

“Abbiamo avuto mandato professionale dall’amministratore Antonio Mataluna di Caserta – fanno sapere gli avvocati Crisileo – di costituirci difensori di persona offesa e poi di parte civile nei confronti dei presunti responsabili dell’incendio doloso attuato ai danni del pullman del nostro assistito. I danni subiti sono assai ingenti in quanto il mezzo – che aveva pochi anni di vita – è andato completamente distrutto e il nostro compito sarà quello di affiancare il pubblico ministero della Procura di Nocera Inferiore nelle indagini, al fine di far affermare la penale responsabilità degli indagati, il cui numero, presupponiamo, sia oltre modo numeroso, nonché avere il ristoro di tutti i danni subiti”.

Per la cronaca, quella di domenica scorsa a Pagani (Salerno) è stato un pomeriggio da “far west”. A poche ore dall’inizio della gara di Serie D, Girone G, poi finita col punteggio di 2-1 per i padroni di casa, il bus dei tifosi della Casertana è stato distrutto dalle fiamme. Uomini incappucciati e armati di oggetti hanno seminato il panico in città prima incendiando il pullman arrivato da Caserta e poi affrontando le forze dell’ordine con lancio di oggetti e fumogeni. Numerosi i feriti in totale, circa una ventina, tra cui un carabiniere. A provocare l’incendio, forse, una grossa torcia, lanciata da un tifoso locale contro il pullman dei rossoblù.

Su quanto accaduto è in corso un’indagine da parte dei carabinieri giunti da tutti i comandi della zona e coordinati dal pubblico ministero del Tribunale di Nocera Inferiore che, intanto, ha sequestrato i resti del pullman e nominato dei consulenti esperti per ricostruire la dinamica dell’incendio doloso. Ieri sono state arrestate 9 persone, 7 sono tifosi della Paganese, 2 della Casertana; alcuni erano stati raggiunti in precedenza anche da Daspo ed erano già noti per reati commessi durante gli eventi sportivi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico