Politica

Aversa, Golia alla prova dei numeri su elezione presidente. D’Angelo: “E’ nelle mani di Graziano e Zannini”

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – Vie d’uscita ridotte al lumicino per la maggioranza variopinta guidata dal sindaco Alfonso Golia dopo la seduta di Consiglio comunale chiusa dal consigliere “anziano” Alfonso Oliva per mancanza del numero di consiglieri necessari per l’elezione del presidente del civico consesso. – continua sotto –

Se dovesse passare la tesi di Oliva e delle opposizioni, infatti, necessiterebbero 16 consiglieri per andare avanti. Un numero irraggiungibile per Golia e compagni. È, però, ottimista Federica Turco: “Il futuro di questa amministrazione non è stato mai messo in discussione. Siamo uniti e convinti del progetto politico di cui facciamo parte, delle azioni programmatiche e concrete che porteranno questa città ad essere sempre più inclusiva e vivibile. Puntiamo al 2030 con Alfonso Golia e vogliamo rendere Aversa sempre più città europea. Non ci interessano le diatribe artatamente messe in campo da chi sta gufando per vederci a casa”.

Dall’opposizione, la Dem Eugenia D’Angelo è critica: «La consiliatura Golia andrà avanti se gli accordi raggiunti tra gli onorevoli Graziano e Zannini, ai quali il sindaco Golia si inchina, saranno rispettati e cioè fino a quando gli attori in campo valuteranno conveniente tenerla in vita, a mo’ di accanimento terapeutico su un malato terminale. Quando Golia non servirà più, lavoreranno ad accordi con altri potenziali candidati sindaco, sicuramente più performanti nei consensi elettorali». «Ciò che si può imputare a Golia – conclude D’Angelo – è la sua enorme incapacità politica ed amministrativa. Non ha avuto neanche l’intelligenza di salvaguardare l’enorme consenso elettorale attribuitogli dagli elettori, ormai perso, sottraendosi ai padrinaggi politico-istituzionali e rendendosi, lui stesso, simbolo e rappresentante di una nuova stagione aversana. E’ questione di tempo ma il de profundis per il sindaco, cantato innanzitutto da chi gli è accanto, in ogni caso, è già iniziato».

Altrettanto duro Gianluca Golia: «Fa sorridere sentire la maggioranza che parla di un atto contro la democrazia, fa sorridere perché come capita oramai da tempo, quando è lei ad assumere comportamenti che con la politica sana e democratica nulla hanno a che fare, tutto va bene, quando invece è l’opposizione a porre in essere le azioni tecniche, allora si grida allo scandalo. Alla fine, dopo settimane di riunioni, tentennamenti, videochiamate, tutte rivolte a cercare di mantenere un equilibrio basato su numeri risicatissimi e richieste di cambiali politiche sempre più pressanti, mi auguro venga eliminato qualsiasi dubbio sulle procedure da applicare per la votazione del presidente del consiglio e, finalmente, si possa andare oltre. Oramai lo spettacolo che questa maggioranza offre alla città, ha qualcosa di veramente grottesco ma ognuno si assumerà le proprie responsabilità rispetto ad un pantano amministrativo oramai conclamato e tangibile». – continua sotto –

“Chirurgico” il veterano Paolo Santulli: «La situazione è alquanto problematica. Sul piano politico insostenibile. Il sindaco non si rende conto dei danni che sta provocando con la sua pseudo amministrazione. Ricatti su ricatti, siamo in ginocchio. Uno schiaffo alla città ed alla politica».

A chiudere il protagonista delle decisioni di questi giorni, Alfonso Oliva: «Leggendo la rassegna stampa quotidiana mi convinco ancor di più della nostra scelta, dico nostra perché condivisa con tutti i consiglieri comunali di minoranza, di tutelare il consiglio comunale e di applicare le norme. Tanto livore e frustrazione che proviene dalla maggioranza è tipico di chi, avendo come unico collante la poltrona, si è visto sfuggire l’ennesimo incarico frutto di notti insonni, di visite guidate in altri paesi limitrofi e di ribaltoni. Sfugge al sindaco che il giorno prima, non avendo trovato la quadra lui e la sua maggioranza hanno disertato l’aula».

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico