Società

Assegnazioni beni confiscati nel Casertano: accordo in Prefettura con Comuni e Agrorinasce

di Redazione

Caserta – Mercoledì 28 settembre, alle ore 11, nella Prefettura di Caserta verrà stipulato il nuovo protocollo di legalità in materia di assegnazioni e appalti relativi a beni confiscati che vede tra i firmatari anche la Regione Campania, i Comuni di Casapesenna, San Cipriano d’Aversa, San Marcellino, Santa Maria La Fossa e Villa Literno e Agrorinasce, società partecipata pubblica che cura il recupero, la valorizzazione e la gestione di oltre 150 beni sottratti alla camorra. Seguirà la conferenza stampa. – continua sotto –

Saranno presenti il Prefetto di Caserta Giuseppe Castaldo, l’assessore regionale alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione, prefetto Mario Morcone, su delega del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, la presidente di Agrorinasce Elena Giordano insieme all’amministratore delegato Giovanni Allucci, i sindaci dei comuni di Casapesenna, Marcello De Rosa, San Cipriano d’Aversa, Vincenzo Caterino, San Marcellino, Anacleto Colombiano, Santa Maria La Fossa, Nicolino Federico, Villa Literno, Valerio Di Fraia, il direttore dell’Anbsc, l’Agenzia nazionale per i beni confiscati, prefetto Bruno Corda.

Il nuovo “Protocollo di Legalità” è volto a rafforzare l’attività di prevenzione di infiltrazioni della criminalità organizzata nel circuito economico che ruota attorno alla valorizzazione dei beni confiscati, rendendo più stringenti i controlli antimafia ed anticorruzione sia per i relativi appalti che per le assegnazioni dei beni a terzi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico