Società

Aversa, niente fuochi durante processione Madonna Casaluce: protestano i fedeli

di Antonio Arduino

Aversa (Caserta) – Singolare protesta nella serata di mercoledì 22 giugno, a margine della tradizionale processione della immagine della Madonna di Casaluce nel rione Ferrovia. – continua sotto – 

Dopo una normale partenza il corteo, arrivato all’altezza della chiesa di San Michele, si è fermato per circa tre ore. A causare l’imprevisto stop sarebbe stata la notizia che i fuochi d’artificio previsti per la conclusione della processione non sarebbero stati autorizzati dal parroco della chiesa dei santi Filippo e Giacomo dove l’antica icona della Madonna staziona per sei mesi all’anno. Da qui le proteste del comitato festeggiamenti e di molti cittadini partecipanti alla processione che hanno praticamente bloccato la strada essendo in numero notevole.

Lo stop è andato avanti per ore fra le proteste di tanti che ritenevano ingiustificata la decisione del parroco perché, a loro dire, sarebbero stati autorizzati dal sindaco e dalla Polizia municipale all’uso dei fuochi d’artificio. In attesa di chiarire il problema hanno iniziato a recitare il rosario aspettando l’arrivo del vescovo che sarebbe stato informato della situazione. Il vescovo, però, non è arrivato. A farsi vedere, invece, il vice parroco della chiesa dei santi Filippo a Giacomo che, contattando telefonicamente le autorità, avrebbe informato i fedeli che nella mattinata del giorno successivo, giovedì 23 giugno, una delegazione degli organizzatori della processione avrebbe incontrato in Comune le autorità e risolto il problema, probabilmente con l’autorizzazione ad effettuare l’accensione dei fuochi d’artificio nell’ultimo giorno della manifestazione religiosa.

Ciò nonostante i partecipanti ribadissero di avere ricevuto il permesso dal sindaco e dalla Polizia municipale. In realtà, le cose non stavano così: dopo aver contattato il comando dei caschi bianchi ci è stato riferito che l’uso dei fuochi artificiali è stato proibito per motivi di sicurezza e che, comunque, l’autorizzazione non era di loro competenza ma del commissariato di Polizia che avrebbe negato il lancio dei fuochi. Quindi, niente “botti”. IN ALTO IL VIDEO 

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico