Società

Maddaloni, al Villaggio dei Ragazzi una serie di eventi in ricordo di Don Salvatore d’Angelo

di Redazione

Maddaloni (Caserta) – Alla fine del secondo conflitto mondiale, don Salvatore d’Angelo si venne a trovare davanti alle rovine dalla guerra. Per le strade vedeva i giovani senza tetto e senza genitori. A tale situazione, il sacerdote di Maddaloni rispose prontamente con la decisione di costruire il Villaggio dei Ragazzi per dare un contributo alla politica sociale dello Stato e una risposta pedagogica e pastorale alla bruciante questione giovanile. – continua sotto –

Questo meraviglioso Ente oggi più che mai è proiettato nel futuro, continuando ad essere un punto di riferimento, nell’ambito dell’istruzione e del welfare regionale e non solo, per tanti giovani che vogliono intraprendere studi seri per affrontare al meglio le sfide della vita. In occasione dell’anniversario della dipartita (30 maggio 2020) di don Salvatore d’Angelo, sacerdote e fondatore del Villaggio dei Ragazzi, la Fondazione ha organizzato per il 30 maggio la celebrazione di una santa messa “in memoriam” nella Chiesa di Santa Maria della Pace del Villaggio, presieduta dal vescovo della Diocesi di Caserta Pietro Lagnese.

Il 27 maggio, invece, sempre al Villaggio, avrà luogo il Torneo di Robotica “RoboCup Villaggio” per gli studenti dell’Istituto tecnico industriale e per gli allievi delle scuole secondarie di primo grado di Maddaloni. Promotore della gara insieme alla Fondazione è Micron Semiconductor Italia, multinazionale leader nel settore delle schede di memoria che, da tempo, attraverso l’ingegner Claudio Leonetti, site-manager, fornisce supporto tecnico alle attività di robotica dell’Opera. Il 28 maggio, infine, si svolgerà un torneo di calcetto nella struttura “Calciotto Calatia Maddaloni” che coinvolgerà tutti gli allievi della Fondazione e il Calatia Jazz “Città di Maddaloni”, che proseguirà anche il 29 maggio (dalle ore 19 alle 23).

Il Villaggio, grazie al contributo fondamentale della Regione Campania e al forte senso di appartenenza dei dipendenti, ha saputo mantenere salda nel tempo la vocazione delineata nel ’47 dal fondatore, confermando sempre le finalità che l’hanno reso una ‘risorsa’ imprescindibile nei processi socio-educativi e formativi dell’intero territorio campano”, commenta il commissario straordinario Felicio De Luca.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico