Politica

Ucraina-Russia, Cina accusa Usa e Nato: “Hanno spinto le tensioni al punto di rottura”

di Redazione

“I passi della Nato guidata dagli Stati Uniti hanno spinto le tensioni tra Russia e Ucraina al punto di rottura”. Sono le parole del portavoce del ministero degli Esteri di cinese, Zhao Lijian, in relazione alla guerra tra Ucraina e Russia a circa 2 settimane dall’invasione ordinata da Vladimir Putin. – continua sotto – 

“Il quadro dettagliato relativo all’evoluzione della questione ucraina oggi è molto chiaro. Gli Stati Uniti, distogliendo lo sguardo dalle proprie responsabilità, criticano la posizione della Cina per cercare di portare avanti il piano di schiacciare contemporaneamente Cina e Russia e mantenere una posizione dominante. Più” l’America “si impegna per screditare la Cina con bugie e propaganda, più rende evidente la propria carenza di credibilità davanti alla comunità internazionale”.

Pechino critica in particolare le decisioni annunciate ieri da Joe Biden con la dichiarazione che “non saranno più accettate importazioni di petrolio russo, gas e carbone” nel mezzo dell’invasione russa e torna a bocciare “tutte le sanzioni unilaterali”. Fare così, dice il portavoce, “non ci porterà pace né sicurezza”. “Provocheranno solo serie difficoltà per l’economia” dei “Paesi interessati”.

Secondo il gigante asiatico – che ribadisce la buona cooperazione con la Russia nel settore dell’energia e insiste sul “proseguimento della normale cooperazione commerciale” con Mosca – “perderanno tutti in questo scenario” e “le sanzioni acuiranno solo la divisione e il confronto”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico