Società

Aversa, l’instancabile don Pasqualino De Cristofaro compie 86 anni

di Antonio Arduino

Aversa (Caserta) – Normalmente in ogni attività lavorativa, quando passano gli anni, arriva il momento della pensione. Coloro, quindi, che erano impegnati nel lavoro possono godere di un periodo, più o meno lungo, di riposo. – continua sotto –

Per don Pasqualino De Cristofaro le cose non stanno così, perché a 86 anni, che compie oggi, 15 marzo, ha solo diminuito la sua attività lasciando, lo scorso settembre, la direzione della casa di riposo “Sagliano” che ha fatto crescere e ha tenuto ben distante dalla pandemia, dedicandola in maniera più intensa di quanto già non fosse alla cura pastorale dei fedeli e a quello che è stato l’impegno principale della sua vita: fare la volontà della Madonna a cui ha dedicato il suo sacerdozio fin da bambino quando, all’età di 10 anni, ha cominciato a frequentare il seminario, un tempo della vita lontano dal giorno in cui avrebbe celebrato la prima messa seguita dalle migliaia celebrate ad Aversa e nel mondo in 63 anni di sacerdozio.

Sì, proprio nel mondo, perché don Pasqualino, a suo modo, è stato un missionario viaggiando negli Stati Uniti, a Manila, a Santo Domingo, a Parigi. Dovunque è stato ha celebrato nelle chiese ma anche organizzando altari improvvisati nelle sale da pranzo degli alberghi che lo ospitavano, come racconta nel libro autobiografico scritto per raccogliere fondi per la casa di riposo “Sagliano”.

Così per don Pasqualino il tempo della pensione non è mai arrivato e non arriverà mai, perché ha solo diminuito la sua attività extra moenia concentrandola sul complesso monumentale per San Francesco dove, quasi per festeggiare con qualche giorno di anticipo il suo compleanno, ha aperto le porte del complesso all’iniziativa turistica promossa dal Touring Club Italiano – Aversa turismo. Allora sembra il caso di dire “Ad Maiora” e auguri.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico