Cronaca

Falsi Green Pass, 5 arresti e 45 obblighi di dimora: in carcere infermiere addetto a vaccinazioni

di Redazione

Sono 50 le misure cautelari per reati connessi all’indebito rilascio del Green pass eseguite stamani dalla Squadra Mobile di Ancona. I reati contestati dalla Procura del capoluogo marchigiano sono di corruzione, falso ideologico e peculato commessi in concorso da altrettanti indagati. – continua sotto – 

Applicati la custodia cautelare in carcere ad un infermiere professionale addetto alle vaccinazioni in un centro vaccinale di Ancona e gli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone ritenute intermediari nei fatti corruttivi e nel rilascio indebito del certificato verde. Per altre 45 persone è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza e dell’obbligo di presentazione alla polizia.

Pochi giorni fa in carcere era finito un medico di medicina generale di Ascoli, convenzionato con l’Azienda sanitaria regionale delle Marche, accusato di aver ritirato 120 dosi da un centro vaccinale senza mai somministrarle, emettendo così 150 certificati vaccinali che hanno consentito di rilasciare il green pass a 73 soggetti che non ne avevano diritto. Il professionista è indagato per falso in atto pubblico (in relazione ai certificati) e peculato (per essersi appropriato dei vaccini senza utilizzarli). Il reato di falso è stato contestato anche a tutti i beneficiari dei pass illegittimi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico