Società

Aversa, Sportello Antiviolenza nel bene confiscato: inaugurazione il 20 gennaio

di Antonio Taglialatela

Aversa (Caserta) – La sala consiliare del Comune di Aversa ospiterà, giovedì 20 gennaio, alle ore 15.30, l’inaugurazione dello Sportello Antiviolenza coordinato e gestito dalla Camera Minorile Multiprofessionale di Napoli Nord nel bene confiscato alla camorra in via De Chirico. – continua sotto –

Dopo i saluti istituzionali di Alfonso Golia, sindaco di Aversa; dell’avvocato Manlio Merolla, presidente dell’Unione Nazionale Camere Minorili Multiprofessionali; e dell’avvocato Miram Marino, vicepresidente Camera Minorile Multiprofessionale e membro del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord, interverranno l’avvocato Sara Rotundo, presidente CMM Napoli Nord; la dottoressa Apollonia Reale, pedagogista clinico, mediatrice familiare e grafologa giudiziaria; il dottor Emilio Di Fusco, assistente sociale, mediatore familiare ed esperto in counseling vittimologico; l’avvocato Domenico Cannavacciuolo, penalista esperto nella violenza endofamiliare; e la dottoressa Eleonora Russo, psicologa e psicoterapeuta. Questi ultimi, insieme all’avvocato Alfredo Sagliocco, esperto in materia di diritto delle persone e famiglia, costituiscono lo staff di professionisti dello Sportello Antiviolenza.

A moderare il professor Fortunato Allegro, responsabile della libreria sociale “il Dono”. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube del Comune di Aversa. Già attivo da questo mese di gennaio, nei giorni di martedì mattina e giovedì pomeriggio, lo Sportello Antiviolenza è dedicato alle famiglie, ai minori e a tutte le persone vittime di violenza. Il servizio punta ad assistere e supportare nuclei familiari interessati da differenti forme di disagio e vulnerabilità, offrendo loro un ventaglio di servizi specialistici quali: consulenza legale, psicologica e pedagogico clinica; percorsi di mediazione familiare e gestione del conflitto; orientamento ed accompagnamento alla rete dei servizi socio-sanitari territoriali.

L’innovazione, dopo un’accurata analisi del bisogno da parte dei professionisti coinvolti, risiede nella strutturazione di uno “spazio neutro” ove poter condurre e supervisionare incontri protetti in favore di soggetti di età compresa tra 0-18 anni, e relative figure genitoriali, che vivono in situazioni di elevata conflittualità e problematicità per le quali l’Autorità Giudiziaria (Tribunale Ordinario e Tribunale per i Minorenni) ha disposto particolari misure di tutela e protezione. – continua sotto –

La CMM di Napoli-Nord si occupa, inoltre, di divulgazione scientifica mediante la pubblicazione periodica di articoli e saggi concernenti il diritto di famiglia, la criminalistica ed altri argomenti trasversali alle discipline giuridiche e socio-psico-pedagogiche. L’impegno si esplicherà anche nell’erogare percorsi di alta formazione rivolti ai professionisti del diritto e agli operatori del terzo settore.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico