Politica

Aversa, Golia: “Le casse comunali chiudono con segno positivo”. Opposizione: “Non vuol dire nulla”

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – I conti del bilancio del comune di Aversa non sono più in rosso. Ad annunciarlo il primo cittadino Alfonso Golia che, visibilmente soddisfatto, canta vittoria snocciolando cifre che indicherebbero, di fatto, un recupero per l’Ente di poco meno di 40 milioni di euro, tenuto conto che il 2021 si sarebbe chiuso con poco meno di 12 milioni di attivo a fronte di un 2020 che aveva fatto registrare un deficit venticinque milioni di euro. – continua sotto – 

«Per la prima volta, dopo tanti anni, – ha dichiarato il sindaco aversano – la cassa del nostro Ente al 31 dicembre 2021 ha chiuso con un considerevole segno positivo: 11 milioni e 600mila euro, somma che consente non solo di poter attivare gli investimenti finanziati con le entrate vincolate senza ricorrere alla anticipazione di tesoreria, ma lascia anche a disposizione un importo di circa un milione e seicentomila euro liberamente utilizzabile per le esigenze e le attività da realizzare in favore della comunità cittadina».

Golia sottolinea: «Dopo anni di sofferenza finanziaria, quindi, per la prima volta le attività e gli investimenti già finanziati possono essere realizzati senza fare ricorso all’anticipazione di tesoreria ed, inoltre, vi sono anche disponibilità pari a circa 1 milione e 600mila euro liberamente utilizzabili per ulteriori azioni». «Si tratta – ha continuato il primo cittadino normanno – di un incredibile risultato realizzato. Voglio dire grazie al lavoro dell’assessore alle Finanze Francesca Sagliocco e alla preziosa collaborazione degli uffici comunali, che ha puntato a porre in essere azioni dovute volte al recupero dei crediti pregressi e che rappresenta un chiaro segnale di ripresa dopo anni bui».

In chiusura, non poteva mancare la stoccata politica: «L’ho sempre detto bisogna far pagare tutti per poter far pagare tutti meno. Tanto a riprova che le accuse mosse da parte di chi non riteneva possibile un percorso di ripresa finanziaria dell’Ente erano solo strumentali ad una sterile critica politica per nulla interessata alle reali ed effettive potenzialità di ripresa della nostra amata Città. Certo la strada da percorrere è ancora lunga, ma sicuramente si tratta di un primo enorme e positivo risultato raggiunto. Rigore, trasparenza ed equità continueranno ad essere i nostri valori cardine per costruire una città per tutti». – continua sotto – 

Dall’opposizione si registra lo scetticismo del capogruppo del Partito Democratico, Paolo Santulli, che, insieme agli altri consiglieri comunali “dissidenti”, ha puntato proprio sul caos presunto dei conti la sua scelta di abbandonare la coalizione. «Siamo felici – ha dichiarato l’ex parlamentare centrista – di apprendere che l’Ente è in attivo alla data del 31 dicembre scorso di circa dodici milioni di euro». «Soprattutto – ha continuato un Santulli perplesso – perché il disavanzo passivo alla data del 31 dicembre del 2020 è stato di circa 25 milioni di euro. Al momento sembra strano che escano certe cifre, visto che i conti devono essere ancora sistemati. Oltre a ciò, sembra altrettanto strano, visto che si può contare su questo ‘tesoretto’, che i revisori dei conti abbiano bocciato il piano proposto dal sindaco delle assunzioni, proprio per mancanza di coperture».

Sempre dall’opposizione arriva una spiegazione più tecnica: «L’avanzo di cassa non vuol dire nulla. Sono arrivati i soldi dei fondi vincolati e chiaramente giacciono in cassa. L’avanzo di amministrazione è cosa diversa. Siamo di fronte a 11 milioni e 600mila euro di fondi vincolati ottenuti grazie al Pnrr. Non c’è nessun ripiano del disavanzo». Insomma, una notizia positiva che, se confermata dai fatti, potrebbe dare una svolta a questa consiliatura e, soprattutto alla città. Da anni, infatti, non è possibile assumere nuovo personale per il funzionamento della macchina amministrativa il cui organico è ridotto ai minimi termini, e questa svolta, come prima conseguenza, potrebbe portare all’assunzione, praticamente immediata, di una decina di nuovi dipendenti.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico