Cronaca

Terremoto, forte scossa nella Bergamasca avvertita anche a Milano. “Nessun danno”

di Redazione

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita nella Bergamasca e anche a Milano e in Brianza, attorno alle 11:35 del mattino. Il sisma è stato di magnitudo 4.4 con epicentro a Bonate Sotto (Bergamo). In diverse zone del capoluogo lombardo i palazzi hanno tremato in maniera intensa con alcune persone che sono scese in strada. – continua sotto – 

Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia il sisma è avvenuto a una profondità di 25 chilometri. A Milano sono state evacuate diverse scuole dopo che i ragazzi, negli istanti della scossa, si erano riparati sotto i banchi. Gli studenti del liceo Beccaria sono scesi in strada. La scossa di terremoto si è sentita molto forte anche a Vimercate, in Brianza. Di fronte a supermercato ci sarebbe stato anche lieve incidente stradale provocato proprio dal panico suscitato dal sisma. Alcuni cittadini sono scesi per strada per paura dei crolli. A Treviglio a pochi chilometri dall’epicentro del sisma, gli studenti della scuola superiore Isis Zenale e Butinone sono stati evacuati.

Anche nel territorio lecchese è stato avvertito il sisma, con decine di chiamate ai centralini dei vigili del fuoco di Lecco e dei vari distaccamenti. Ma non si registrano danni. Gli studenti delle scuole di Lecco sono stati fatti uscire dagli istituti in via precauzionale come previsto dal protocollo di sicurezza. A Merate (Lecco) è stato evacuato l’auditorium comunale e a Olgiate Molgora (Lecco) ci sono stati danni a una vecchia cascina, disabitata, in ristrutturazione.

Una seconda scossa di terremoto, meno forte della prima, si è poi registrata nella Bergamasca: stavolta l’epicentro è stato localizzato a Osio Sotto, alle 11,57, a 24,9 chilometri di profondità, stando ai dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. La scossa di assestamento è stata di magnitudo 2.2, dunque la metà di quella precedente con epicentro a Bonate Sotto: è stata percepita, ma con meno intensità della prima. I due paesi distano una decina di chilometri. Non risultano danni né feriti nemmeno per questa seconda scossa. – continua sotto – 

“Non risultano danni né per fortuna persone ferite, però stiamo ancora effettuando tutte le verifiche del caso”. E’ il commento rilasciato da Carlo Previtali, sindaco di Bonate Sotto, il paese epicentro del terremoto. “Ero in ufficio in municipio quando tutto ha iniziato a tremare – spiega il primo cittadino – ma non pensavo che l’epicentro fosse qui”. “Sono in contatto con la Protezione Civile, al momento non abbiamo segnalazioni di danni a persone o cose”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Attilio Fontana dopo la scossa di terremoto “sentita in tutta la Lombardia”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico