Cronaca

Covid, scatta il Super Green Pass: tutte le misure previste

di Redazione

Entra in vigore da oggi, 6 dicembre, in tutta Italia il Super Green Pass, in vigore fino al 15 gennaio prossimo. Il certificato, introdotto dal governo Draghi è già in uso dalla scorsa settimana in Friuli Venezia Giulia. Si differenzia dal Green Pass “base” perché viene rilasciato solo a chi è guarito dal virus o si è vaccinato. Questi ultimi, ossia guariti e vaccinati, non dovranno scaricare scaricare un nuovo green pass: sarà l’App VerificaC19 a riconoscerne la validità. – continua sotto – 

Averlo significa poter continuare a svolgere una serie di attività che d’ora in poi saranno precluse ai non vaccinati, anche in zona bianca. Sia in zona bianca che in zona gialla, il Super Green Pass permette a chi ne è in possesso di consumare al tavolo all’interno di bar e ristoranti. Solo col certificato rafforzato si può andare al cinema, in un teatro, in un museo, in un centro culturale o a un concerto. In zona bianca la capienza resta al 100%, in zona gialla scende al 50%.

Il certificato rafforzato è essenziale per partecipare a cerimonie pubbliche e frequentare le discoteche. Queste ultime sono aperte solo in zona bianca e hanno una capienza del 75% all’aperto e del 50% al chiuso. Il Super Green Pass serve anche per andare a una festa, salvo quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose. Per quanto riguarda gli eventi sportivi, l’accesso a stadi e palazzetti è riservato solo ai vaccinati o ai guariti. In zona bianca la capienza è al 75% per gli stadi e al 60% per gli impianti sportivi al chiuso. In giallo scende rispettivamente al 50% e al 35%. Il Super Green Pass permette a chi ce l’ha di andare in palestra, in piscina e a sciare anche in zona gialla, possibilità preclusa ai no vax che potranno accedere alle sale da ginnastica e agli impianti solo in zona bianca se muniti di Green Pass. Quest’ultimo è ora indispensabile anche per accedere agli spogliatoi.

Novità anche per i viaggi. Le persone munite di Super Green pass potranno infatti spostarsi liberamente al di fuori del proprio comune di residenza o della propria Regione anche in zona arancione. Chi ha il certificato base dovrà, invece, restare all’interno dei confini salvo motivi di lavoro, necessità e urgenza. Più in generale, sia in zona gialla che arancione, tutti gli spostamenti che fino a ieri erano vietati, sono ora consentiti esclusivamente ai soggetti in possesso della certificazione verde rafforzata. Quando e se subentrerà la zona rossa non ci saranno invece differenze tra i certificati: le restrizioni varranno per tutti.

Il certificato base, come anticipato, non sparisce: oltre ai casi citati, resta indispensabile per accedere al posto di lavoro e per frequentare la mensa aziendale. In vista delle vacanze natalizie, sarà inoltre richiesto a tutti gli ospiti di alberghi e di altre strutture ricettive. Da oggi il Green pass base diventa necessario anche per poter usufruire dei mezzi pubblici, come metropolitane e autobus. Per motivi organizzativi, non ci saranno controlli ogni volta che sale un passeggero, ma verifiche a campione.

App di verifica – Per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine, ma anche dei gestori delle varie attività, il Governo ha aggiornato l’apposita app, Verifica C19. Se si indica la “verifica base”, la app riconoscerà tutti i green pass, quelli ottenuti con il vaccino, la guarigione o con l’esito negativo di un tampone. Se invece si seleziona la “verifica rafforzata”, il sistema leggerà solo i Qr Code di vaccinati e guariti.

COME OTTENERE I CERTIFICATI – Chi ha già un Green Pass ottenuto dopo la guarigione o la vaccinazione, non deve fare nulla. Il certificato diventa automaticamente rafforzato. Chi invece aveva un Green Pass momentaneo, ottenuto con l’esito di un tampone negativo, e vuole ottenere quello Super, dovrà sottoporsi alla vaccinazione e scaricarlo una volta che sarà disponibile sul sito del governo, sulla app Immuni o su IO.

COME SCARICARE IL SUPER GREEN PASS – Fatta la seconda dose (o la terza, per chi ha già completato il ciclo vaccinale) o quando il medico consegna il certificato di avvenuta guarigione, arriva un Sms con il codice authcode per scaricare la certificazione dal sito dgc.gov.it o dall’app Immuni. In alternativa il pass si trova direttamente nell’app IO (ma capiterà che qualcuno non riceva il codice).

RECUPERO CODICE – Va inoltre ricordato che sul sito dgc.gov.it è stata resa disponibile una sezione per recuperare il codice in autonomia. Bisogna indicare il codice fiscale, le ultime 8 cifre della tessera sanitaria, la modalità con la quale si ha diritto alla certificazione e la data. Così tutti coloro che non hanno l’app IO, Immuni o il Fascicolo sanitario elettronico possono recuperare in autonomia il proprio certificato.

CONTROLLI RAFFORZATI – Il Viminale ha specificato con una circolare come verranno rafforzati i controlli a partire da oggi. Nei ristoranti e negli esercizi pubblici le verifiche verranno svolte dalla polizia municipale e dalle Fiamme gialle. Su autobus e metro, il compito invece sarà di polizia e carabinieri, supportati dai vigili urbani.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico