Cronaca

Aversa, per San Pio un monumento alla vergogna: tra rifiuti e sosta selvaggia

di Antonio Arduino

Aversa (Caserta) – Il monumento votivo dedicato al santo più conosciuto e, probabilmente, più amato nel mondo per una parte dei cittadini aversani si è trasformato in un deposito di rifiuti e in parcheggio. – continua sotto –

Parliamo del monumento dedicato a San Pio da Pietrelcina dai fedeli residenti in via Tiziano. Un monumento che il 23 settembre di ogni anno, data della morte del santo, viene adornato con fiori e luminarie. Un segno di fede e di riconoscenza da parte dei tanti che, rivolgendosi a “Padre Pio”, hanno ottenuto l’esaudimento di quanto avevano chiesto al Signore attraverso la sua intercessione. Il monumento viene curato da alcuni fedeli che, però, non riescono ad imporre il rispetto della struttura malgrado abbiano affisso un cartello di divieto di sosta e cerchino di far comprendere ai tanti che fanno orecchie da mercante che non è quello il sito più idoneo per depositare rifiuti. Purtroppo, la mancanza di senso civico di alcuni cittadini e il desiderio di non vedere rifiuti depositati davanti alle loro abitazioni rende inutile ogni tentativo.

Cosicché il monumento e l’aiuola che lo circonda, tra l’altro ben recintata, diventa quasi inaccessibile per chi intende fermarsi per una preghiera e rende difficile consentire la corretta e continua manutenzione. Considerando che le auto in sosta davanti al monumento, associate alla presenza di auto parcheggiate dal lato opposto, restringono la strada creando pericolo per l’incolumità di chi la percorre a piedi, sarebbe opportuno che chi di dovere intervenisse per impedire in maniera assoluto la sosta dal lato del monumento e, magari, anche il deposito dei contenitori dei rifiuti.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico