Cronaca

Napoli, bimba menomata dopo anestetico: il Cardarelli pronto a risarcire Arianna Manzo

di Redazione

Dopo 17 anni, forse, l’attesa è finita per i familiari di Arianna Manzo, la bimba di Cava de’ Tirreni (Salerno) menomata dall’età di tre mesi a causa di un farmaco anestetico che le venne somministrato all’ospedale Cardarelli di Napoli che le provocò gravi danni al cervello. – continua sotto –

In primo grado, il tribunale ha condannato l’ospedale riconoscendo un risarcimento di 3 milioni di euro alla famiglia Manzo e si attende l’esito del secondo grado di giudizio. Lunghi i tempi di attesa per il risarcimento e il signor Eugenio e la moglie Matilde non riescono più a sostenere le spese sanitarie.

Nella vicenda, finita anche sui tg nazionali, è intervenuto il presidente della Regione Campania per risolvere in maniera extragiudiziale la controversia e così, sbloccare il pagamento. Ieri nella direzione generale del Cardarelli l’incontro tra i legali dell’azienda ospedaliera e l’avvocato Mario Cicchetti per la famiglia Manzo. IN ALTO IL VIDEO 

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico