Politica

Aversa, Tari con aumento tariffa e riduzione rate: insorge l’opposizione

di Francesco di Biase

Aversa (Caserta) – In questi giorni i cittadini aversani stanno ricevendo la bolletta per il pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, che porterà sotto l’albero una doppia sorpresa: l’aumento della tariffa e la diminuzione delle rate per il dilazionamento, che da tre passano a due. Un macigno sull’economia domestica che arriva in prossimità delle festività natalizie e dopo un periodo buio imposto dalle chiusure forzate per il dilagare della pandemia. – continua sotto –  

Com’era facile prevedere, sui social monta subito la protesta dei cittadini che lamentano un aumento spropositato della tassa e le condizioni di pagamento più restrittive rispetto agli anni passati. Un malcontento diffuso, subito recepito dai consiglieri di minoranza che stanno valutando l’opportunità di presentare una mozione al fine di chiedere all’Amministrazione di dare la possibilità ai cittadini di dilazionare il pagamento della tassa sui rifiuti in modo meno oneroso.

“In questi giorni ogni cittadino aversano sta ricevendo la salata bolletta, con relativa modalità di pagamento, solo due rate. L’aumento delle tariffe e le sole due rate incideranno non poco sulle economie domestiche degli aversani”, si legge nella nota diramata dall’opposizione. “A tal proposito, – proseguono dalla minoranza consiliare – consci della impossibilità di ridurre i costi, si sta approntando una proposta per chiedere di dilazionare i momenti di pagamento da due ad almeno quattro, così da dare la possibilità a chiunque di affrontare il pagamento con un pizzico di serenità in più. Serenità relativa, considerato che si parla di una tassa che ha raggiunto livelli elevatissimi”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico