Spettacoli

Aversa, il maestro Genny Basso delizia il pubblico di “Musicalia”: rassegna ideata da Giuseppe Lettieri

di Redazione

Aversa (Caserta) – Grandissimo successo per la prima di Musicalia, la manifestazione ideata da Giuseppe Lettieri, che ha lo scopo di promuovere la grande musica nella città di Jommelli e Cimarosa, iniziata lo scorso 8 ottobre nell’auditorium dell’Hotel del Sole, con l’intervento del maestro Genny Basso, ritenuto tra i maggiori pianisti a livello internazionale della sua generazione. Basso ha presentato in una sala gremita, pur rispettosa delle norme per arginare la pandemia da Covid, il suo lavoro discografico su Mozart, Chopin e Castelnuovo Tedesco che sta riscuotendo un grande attenzione a livello mondiale, tanto che il disco ha ricevuto lusinghiere recensioni non solo in Europa ma anche oltre oceano.

“Una serata magica, e a distanza di giorni ricevo ancora i complimenti – ci dice Lettieri, ideatore e direttore artistico di Musicalia – dal pubblico che è stato presente. Basso non solo ha saputo incantare il pubblico con le sue esecuzioni, ma la formula nuova, di introdurre il brano è piaciuta tantissimo, e il pianista si è rivelato anche un ottimo divulgatore. Nonostante ciò qualche consigliere di maggioranza ha voluto sui social iniziare una sterile polemica sul fatto che non tutta la città fosse stata invitata, ma è stato prontamente risposto da tanti cittadini. Del resto, sarebbe impossibile trovare strutture ad Aversa capaci di accogliere grandi masse. L’unica che c’era, il glorioso Metropolitan, sta per esser trasformata, sotto il silenzio di chi avrebbe potuto fare qualcosa, in altro. Ma le polemiche lasciano il tempo che trovano a noi interessa divulgare la grande Musica, perché Aversa città di Musica lo sia con i fatti e non con i proclami. Musicalia è nata proprio per questo”.

Sollecitato da molti musicisti del territorio ed appassionati, Lettieri ha creato un qualcosa di diverso dalla solita rassegna, con una formula completamente innovativa. E’ stato lanciato il progetto con un’anteprima, lo scorso 23 settembre, nella chiesa di Sant’Antonio, quando ancora c’erano rigide limitazioni di capienza. Con il maestro Giuseppe Rigliaco che ha deliziato con grandissima maestria all’organo i circa ottanta presenti (questo il numero massimo in quella data per disposizione governativa che poteva assistere al concerto) si è dato il via alle adesioni, con “sold out” in appena 24 ore. La prima con il maestro Genny Basso, ultimo assistente di uno dei massimi pianisti del XX secolo, il sommo Aldo Ciccolini, è stata molto apprezzata dal pubblico che lo ha dimostrato non solo con tantissimi applausi ma anche a fine concerto quando il cd è andato letteralmente a ruba. Basso è un musicista tra i più rappresentativi della sua generazione, che, nonostante la giovane età ha suonato già in prestigiosi teatri e sale di concerto di mezzo mondo. Da Parigi a Tokyo, senza dimenticare che a luglio scorso ha tenuto un concerto di presentazione del suo lavoro discografico in quel di Berlino. – continua sotto –

“Parliamo – dice Lettieri, riferendosi a Basso – di un pianista di caratura internazionale. Tra l’altro, e mi piace sottolinearlo, l’incontro con Basso si è aperto a sorpresa con un omaggio ad Aversa, quando il maestro al piano ci ha deliziato con alcune sonate del nostro grande Cimarosa. L’autore aversano che sarà un po’ il trait d’union di tutta la kermesse”. Ora Musicalia prosegue con un inedito duo tutto aversano: il pianista Marco Fiorenzano e il baritono Andrea Carnevale, due talentuosi artisti che singolarmente si sono distinti con le loro carriere non solo nel panorama italiano, e che forse sono poco valorizzati nella loro città natale. Il loro sarà un omaggio al bel canto della tradizione classica napoletana. Gli eventi proseguiranno fino alla fine di gennaio. – continua sotto –

Intanto, Lettieri respinge le polemiche: “Le sterili critiche le lasciamo agli altri. Noi, come è nostro costume trentennale, preferiamo agire e fare i fatti. L’amore per Aversa lo si dimostra con le azioni e non con paventate e auspicabili buone intenzioni che lasciano il tempo che trovano”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico