Società

Santa Maria CV, la preside Di Nardo lascia il “da Vinci” e approda a Milano

di Redazione

Martedì 31 agosto termina l’anno scolastico 2020/21 ed è l’ultimo giorno di servizio all’Istituto Tecnico Economico “Leonardo da Vinci” di Santa Maria Capua Vetere e nel territorio campano di una giovane dirigente scolastica casertana. Infatti, dal 1 settembre, dopo ben 30 anni di servizio nella scuola, di cui 15 in qualità di dirigente scolastico, la professoressa Angelina Di Nardo assumerà un nuovo incarico presso una delle sedi più antiche e prestigiose della scuola italiana, nel Quadrilatero della Moda a Milano, conosciuta come l’Istituto “Milano Spiga”. – continua sotto – 

E’ davvero enorme il numero di docenti, di personale Ata, di genitori, ma soprattutto di alunni, che hanno incrociato nella sua fattiva carriera la dirigente che ha sempre operato per il bene della comunità da quando ad appena 35 anni di età  ha cominciato presso l’istituto comprensivo “Leonardo da Vinci” di Limatola (Benevento) per poi passare alla scuola media “Leonardo da Vinci” di Caserta, all’85 Circolo Didattico di Secondigliano (Napoli), all’Istituto Comprensivo “Collecini/Giovanni XXIII” di Caserta – Castelmorrone fino, ma solo per cronologia, all’Ites “Leonardo da Vinci” di Santa Maria Capua Vetere. – continua sotto – 

Tantissime le manifestazioni e gli spettacoli artistici tenuti in location prestigiose, quali il Castello di Limatola, il Teatro di corte, la Cappella Palatina della Reggia di Caserta, il complesso monumentale di San Leucio, l’Anfiteatro sammaritano, i concerti e le rappresentazioni in costumi borbonici che hanno vista coinvolta l’intera comunità scolastica con ospiti di spessore artistico a livello nazionale come Enzo Avitabile e Tony Esposito ed internazionale come la banda Nato, il gemellaggio musicale con un istituto di Bergamo, gli stage linguistici all’estero, i progetti Erasmus con almeno 9 nazioni europee, i corsi gratuiti Pon Fse, l’attenzione maniacale alle certificazioni linguistiche ed informatiche , alla sicurezza degli edifici scolastici, al coro dell’istituto con incisione di disco , per non parlare dei progetti teatrali legati al cinema e alla musica o quelli per la legalità e di infiniti riconoscimenti a livello nazionale ed europeo. – continua sotto – 

L’eredità lasciata dalla dirigente è ben nota nella realtà scolastica casertana e i frutti sono stati sempre proficui anche in quest’ultima fase pandemica Covid-19, grazie all’azione di distribuzione fattiva di un numero considerevole di notebook e di web pocket agli alunni per consentire la migliore realizzazione della Dad. Il suo percorso professionale proseguirà nella prestigiosa sede di Milano e non possiamo che augurare alla dirigente Di Nardo di ottenere sempre migliori risultati e di affrontare nel migliore dei modi una bella sfida, in risposta ad una vita professionale di sacrifici e di dedizione al lavoro. Questo riconoscimento del costante impegno profuso e della continua ricerca di attività di partecipazione attiva degli studenti e del corpo docente e Ata è un orgoglio per la nostra comunità campana ed offre un grande esempio per i nostri studenti, esempio di fiducia nelle proprie capacità e nel valore della conoscenza, l’unica arma che rende davvero liberi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico