Società

Gricignano, Giunta adotta nuovo Puc: stop a licenze edilizie per impianti rifiuti

di Antonio Taglialatela

Gricignano (Caserta) – Stop alle concessioni edilizie in tutta la zona industriale Asi di Gricignano per nuovi impianti, o ampliamento o ammodernamento di quelli già esistenti, che trattano qualsiasi tipologia di rifiuto. E’ l’effetto delle norme di salvaguardia scattate a seguito dell’adozione in giunta del nuovo Piano urbanistico comunale. – continua sotto – 

Ad annunciarlo l’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Diretto (nella foto), subito dopo la seduta dell’esecutivo presieduto dal sindaco Vincenzo Santagata che ha adottato lo strumento urbanistico insieme ai relativi allegati, tra cui la relazione geologica, Vas – Valutazione ambientale strategica, componente programmatica e strutturale, zonizzazione acustica e altro. Il piano sarà pubblicato sul Burc, il Bollettino ufficiale della Regione Campania, per 30 giorni; successivamente sarà visibile per 60 giorni, in formato digitale, all’albo pretorio online del Comune e, in formato cartaceo, all’ufficio tecnico comunale e in segreteria per presentare osservazioni; poi vi saranno ulteriori 30 giorni per rispondere alle osservazioni; successivamente sarà ratificato in giunta e in Consiglio, per poi essere inviato alle autorità preposte per l’acquisizione dei pareri. Per l’approvazione e l’entrata in vigore del Puc, insomma, bisognerà attendere almeno la primavera-estate 2022. – continua sotto – 

Nel frattempo, come dicevamo, sono attive le norme di salvaguardia, interessanti soprattutto ai fini della lotta agli impianti di trattamento rifiuti. Ulteriore elemento è rappresentato dal fatto che, per quanto riguarda la vicenda del biodigestore, contro il quale si è levato il “No” di comitati e associazioni, il nuovo Puc prende in considerazione l’attuale piano regolatore dell’Asi che prevede come “zona servizi”, quindi non edificabile, l’area su cui una società privata ha chiesto di realizzare l’impianto di biometano. Dei “paletti”, questi, che mirano a porre freno al “polo dei rifiuti” creatosi da anni nell’area industriale cittadina. – continua sotto – 

E a proposito di Asi, la giunta Santagata ha deliberato anche un atto di indirizzo per disciplinare la fuoriuscita del territorio del consorzio industriale. Il Comune di Gricignano, ricordiamo, già non fa parte del consorzio (infatti non ha rappresentanti in assemblea consortile, ndr.) ma il suo territorio ricade in zona Asi che ha competenza nell’assegnazione dei suoli.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico