Cronaca

Carinaro, agente di Polizia Penitenziaria muore per Covid

di Redazione

Un sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria, Adriano Cirella, 57 anni, originario di Carinaro (Caserta), in servizio nel carcere di Poggioreale, a Napoli, e prossimo alla pensione, è deceduto per Covid-19, contratto in servizio. Lascia moglie e figli. – continua sotto – 

Lo comunica Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe. “Siamo tutti sgomenti. Il collega lascia la moglie e due figli. Questo nuovo morto tra le nostre fila – l’ottavo dall’inizio della pandemia – fa comprendere quale grande tributo stanno pagando anche la Polizia Penitenziaria e l’Amministrazione della Giustizia alla terribile pandemia”. – continua sotto – 

Capece sollecita il Ministero della Giustizia “a velocizzare i tamponi ‘rapidi’ e soprattutto le vaccinazioni – che sono fondamentali per la sicurezza sociale ma che in alcune Regioni ancora non sono stati fatti. Altra soluzione per contrastare i contagi poteva essere quella di riconvertire gli Istituti penitenziari chiusi per un basso numero di detenuti presenti (ad esempio, Savona) a strutture per la gestione dei detenuti positivi al Covid. Ma sarebbe un grave e colpevole errore strumentalizzare la pandemia per creare l’ennesimo svuota carceri senza introdurre vere riforme strutturali per l’esecuzione della pena”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico