Aversa

Aversa “città delle buche e…di risarcimenti danni”

Aversa (Caserta) – Crateri che stanno provocando decine e decine di future richieste di danni al Comune di Aversa. Sì, “crateri”, e non semplici buche, che oramai costellano praticamente tutte le strade cittadine, da via Bixio a via Atellana, a via Saporito, a via Caruso, a via San Lorenzo, con un elenco che potrebbe continuare all’infinito. Con tutte le amministrazioni, in questo periodo dell’anno in cui si registrano piogge più consistenti, vi sono state proteste per le condizioni delle strade, ma questa volta la situazione è praticamente incandescente. Argomento sui marciapiedi e sui social. – continua sotto – 

Una situazione della quale si sono fatte portavoce presso il comune di Aversa, l’Associazione italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus presieduta da Alberto Pallotti, e l’associazione “Mamme Coraggio”, presidente Elena Ronzullo. I due sodalizi ricordano l’intesa dell’autunno 2019 che aveva come oggetto cinque punti precisi, «che richiedono, tutt’ora, immediato intervento: monitoraggio degli incidenti stradali finalizzato ad individuare in maniera puntuale le criticità relativa al fenomeno; promozione dell’educazione stradale a scuole e sul territorio rivolti a diversi target di popolazione; campagne di informazione e sensibilizzazione tese a sviluppare una cultura della sicurezza stradale; mappature delle strade comunali che presentano maggiori criticità per automobilisti, motociclisti, pedoni a causa della presenza di buche e dossi pericolosi; controlli da parte della Polizia Municipale». Tutti temi attualissimi. «Ufficialmente il Comune di Aversa – spiega il responsabile della sede di Aversa e dell’agro aversano, Biagio Ciaramella – non ha seguito gli input della commissione dell’epoca. Chiediamo che si attivi subito per dar seguito all’intesa trovata in passato, garantendo sicurezza agli utenti della strada». – continua sotto – 

Ciaramella ha ricordato un accordo quadro, inserito nel piano triennale 2019/2021, che prevedeva «un accordo quadro (580mila euro) funzionale alla manutenzione di tutte le strade per interventi urgenti (entro 24 ore successive alle segnalazioni). Ciò avrebbe evitato il nascere di buche per la strada poiché la ditta appaltatrice sarebbe subito intervenuta. Il tutto a costi più bassi di come si fa adesso quando viene chiamata la ditta presente nella lista che, nella migliore delle ipotesi, interviene dopo tempo e in malo modo. L’amministrazione Golia ha cancellato entrambi gli accordo quadro, aumentando insidie e trabocchetti.  Non ci interessa sapere il motivo politico di tale scelta, ma vorremmo comprendere perché si sia preferito il pericolo alla sicurezza dei cittadini». – continua sotto – 

«Da questa mattina – ha dichiarato ieri il consigliere del Movimento 5 Stelle, di recente passato in maggioranza, Roberto Romano – sto seguendo la ditta che sta operando con asfalto a caldo con rulli per assicurare maggiore durata rispetto a quello a freddo. Abbiamo fatto via Segni, via Saporito, via San Lorenzo, via Caruso. Proseguiremo per viale Europa e in un’altra decina di arterie. Sottolineo che stiamo cercando di assicurare la normalità, nessuna eccezionalità». IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico