Società

Blackjack, le vincite più importanti di sempre

di Redazione

Quanto può fruttare giocare a carte nei casinò? Spesso si sono registrate vincite dagli importi clamorosi, ma la fortuna è una ruota e chiaramente non c’è niente di certo quando si gioca in una sala. Oltre che l’abilità, serve, infatti, una bella dose di buona sorte. Tra le varie attrazioni tipiche del casinò, comunque, il Blackjack si è rivelato una delle più remunerative nel corso degli anni. Stiamo parlando, d’altronde, di un gioco di carte abbastanza semplice dove l’avversario è il banco. Lo svolgimento del gioco è simile a quello del 7 e mezzo, con la differenza che in questo caso non si devono superare i 21 punti, equivalenti al Blackjack. Il gioco è diventato così popolare che, grazie alle piattaforme di gambling, oggi è possibile giocare a Blackjack online su piattaforme dedicate. L’auspicio, ovviamente, è sempre quello di poter incassare una vincita da capogiro.

A ricoprire un ruolo determinante nella storia del Blackjack sono stati indubbiamente i membri del MIT, un gruppo di ragazzi che utilizzavano tecniche di conteggio delle carte e calcoli matematici astrusi per sbancare nelle sale di tutto il mondo. Si tratta di un vero e proprio team che ha fatto tranquillamente proseliti. La più grande peculiarità del MIT risiedeva nella capacità di adattarsi ad ogni fase di gioco, prevedendo una precisa strategia matematica per ogni situazione si ponesse sul tavolo. Solo così è stato possibile vincere un centinaio di milioni di dollari nel giro di 20 anni.

Nel 2004, invece, iniziò a spopolare il World Series of Blackjack, un torneo ufficiale nel quale erano soprattutto delle star e dei vip a darsi battaglia. Nel giro di pochi giorni fu possibile vedere passare di mano in mano centinaia di migliaia di dollari. Alice Walker riuscì a ottenere addirittura mezzo milione. Più di recente, in Scozia, un giocatore è riuscito a conquistare con la combinazione di due sole carte ben 74.000 sterline. In America, invece, nel corso di alcune semplici qualificazioni per un torneo ufficiale, un giocatore è stato capace di intascare mezzo milione di dollari. Va da sé che basterebbe riuscire anche solo ottenere un’unica vincita importante per alzarsi dal tavolo soddisfatti e potersi godere gli agi per tutta la vita.

Alla fine dei conti, però, furono i metodi del MIT a guadagnarsi uno spazio imperituro nell’immaginario collettivo. Nonostante i metodi di calcolo fossero divenuti piuttosto complicati nel tempo, la strategia basilare del team stava nell’assegnare diversi valori ai mazzi di carte. Quelli che contenevano parecchie figure venivano considerati i più adatti per l’azzardo, mentre gli altri andavano evitati. In Italia sarebbe stato possibile raggiungere certi livelli?

Purtroppo, i media non raccontano di grandi vittorie da parte dei giocatori nostrani. Ciò nonostante il Blackjack è molto diffuso e apprezzato anche nello Stivale. Il posto nel palinsesto delle piattaforme online è immancabile. Gli aneddoti sul Blackjack sono arrivati anche ai giornali italiani e di conseguenza il mito del gioco è ben noto anche a chi magari non lo ha mai praticato. Chissà che un giorno che non sia proprio un giocatore italiano a stabilire un nuovo record…

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico